14enne minaccia suicidio per cellulare/ Choc a Milano: salva dopo lunga trattativa

- Carmine Massimo Balsamo

Adolescente minaccia suicidio per cellulare: tragedia sfiorata in zona Casoretto a Milano, provvidenziale l’intervento delle forze dell’ordine.

minaccia suicidio per cellulare
(Pixabay)

Dramma sfiorato a Milano, zona Casoretto: ragazza minaccia suicidio per un cellulare, provvidenziale l’intervento delle forze dell’ordine per evitare il peggio. Come riportano i colleghi dell’Ansa, sono in corso gli accertamenti della Polizia della compagnia locale per ricostruire la dinamica dei fatti e al momento non è ancora chiara la natura del litigio che ha spinto la 14enne a tentare l’estremo gesto. Secondo una primissima ricostruzione, l’adolescente avrebbe avuto un diverbio con la sorella maggiore, 16enne: la madre era uscita a fare la spesa e dopo la discussione, avventura per un motivo preciso non ricostruito dalle forze dell’ordine, la giovane è uscita sul balcone della casa sita al secondo piano di una palazzina e si è seduta sulla ringhiera.

14ENNE MINACCIA SUICIDIO PER CELLULARE: TRAGEDIA SFIORATA A MILANO

La 14enne si trovava in casa insieme alla sorella maggiore, con cui ha avuto la discussione per il cellulare, e quella minore di 8 anni. Al momento dell’arrivo della polizia sul posto, l’adolescente aveva le gambe penzoloni all’esterno: come riporta Ansa, due agenti sono rimasti in strada a sorvegliare la zona e altri due sono saliti in casa per tentare di convincerla a rientrare. Una volta rientrata la madre, che ha indicato alle forze dell’ordine il modo più sicuro per avvicinarsi al balcone, la ragazza ha accettato di mettersi in salvo: ha avuto infatti esito positivo la trattativa portata avanti dagli agenti. La quattordicenne è stata successivamente accompagnata all’ospedale Niguarda per una visita: la famiglia ha spiegato che non ha mai manifestato intenzioni suicide, così come non ci sono mai stati problemi o dissidi con i genitori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA