14ENNE IN RIANIMAZIONE PER COVID A FIRENZE/ “Migliora, respiro è quasi spontaneo”

- Emanuela Longo

Ragazza 14enne positiva al Covid: ricoverata a Firenze in terapia intensiva, grave ma non intubata. “Le sue condizioni migliorano, respiro è quasi spontaneo”, afferma direttrice sanitaria

cina
(LaPresse)

Migliorano le condizioni della 14enne finita in rianimazione per Covid a Firenze. Lo conferma la direttrice sanitaria Francesca Bellini ai microfoni di Fanpage.it: «Ha quasi un respiro spontaneo ed è vigile», ha detto in riferimento alle condizioni della ragazza. «Resta ancora sotto osservazione in rianimazione, ma credo che presto potrà essere trasferita in un reparto ordinario», ha aggiunto la direttrice sanitaria dell’ospedale Meyer di Firenze. Quel che ancora non si sa è se si tratti di un caso di variante. La giovane paziente comunque non presentava patologie pregresse. Inoltre, non è stata mai intubata: le serviva ossigeno dopo essere risultata positiva al coronavirus.

La notizia del ricovero della 15enne, che risiede a Grosseto ed è stata poi trasferita a Firenze a seguito di alcune complicanze, era stata diffusa ieri. Al momento sono sono ricoverati altri 3 bambini positivi al coronavirus, ma tutti per altre patologie che poi sono risultati anche contagiati. (agg. di Silvana Palazzo)

FIRENZE, 14ENNE IN RIANIMAZIONE PER COVID

Una giovane ragazza di 14 anni risultata positiva al Covid è stata ricoverata presso l’ospedale Meyer di Firenze ed al momento sarebbe in gravi condizioni nel reparto di terapia intensiva. La notizia, lanciata dal quotidiano La Nazione, è stata ripresa da molti organi di stampa nazionale che ribadiscono l’aumento dei casi di minori giunti in ospedale in condizioni critiche. Nel caso specifico della 14enne toscana, il suo ricovero sarebbe dovuto a complicanze dovute all’infezione da Covid e secondo il quotidiano toscano sarebbe in condizioni critiche ma non sarebbe intubata ma necessita dell’assistenza di ossigeno e fortunatamente non sarebbe in imminente pericolo di vita. La minore ricoverata è residente a Grosseto.

Secondo quanto riferito dall’azienda ospedaliera universitaria, al momento sarebbero circa 10 i casi di minori colpiti da Covid per i quali è stato necessario il ricovero in rianimazione presso l’ospedale pediatrico. Rispetto alla minorenne attualmente sotto osservazione, non è chiaro se sia stata colpita o meno da una delle varianti del virus che si stanno diffondendo nel nostro Paese e che andrebbero a colpire anche le fasce più giovani della popolazione.

UN ALTRO CASO DOPO 11ENNE DI BOLOGNA

Come spiega Il Riformista nel parlare del caso della 14enne ricoverata a Firenze per via delle complicanze causate dal Covid, i casi di minori trasferiti al Mayer sarebbero diversi dall’inizio della seconda ondata, Pare inoltre che ci sia una certa preoccupazione per il quadro clinico della ragazzina. Nei giorni scorsi una bambina di 11 anni positiva al Covid e senza patologie pregresse era stata trasferita al Sant’Orsola di Bologna, ricoverata e intubata in terapia intensiva a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni. Anche alcuni parenti della giovane avrebbe contratto il virus. Alessandro Vergallo, presidente nazionale Aaroi-Emac, il sindacato dei rianimatori, a Repubblica ha dichiarato: “Ho sentito molti colleghi e, a quanto ci risulta, sarebbe il primo caso di una bimba così piccola, senza altre patologie in rianimazione. Su mille pazienti, dieci finiscono in rianimazione e la maggior parte ha un’età superiore ai 60 anni”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA