3 curiosità su Harry Potter e il principe mezzosangue/ Tutto quello che non sapete

- Matteo Fantozzi

3 curiosità su Harry Potter e il principe mezzosangue, tutto quello che c’è da sapere sul film in onda in prima serata su Italia 1 oggi 30 marzo 2020.

harry potter principe mezzosangue 2019 film
Harry Potter e il principe mezzosangue
Pubblicità

Sono tre le principali curiosità su Harry Potter e il principe mezzosangue, film in onda stasera su Italia 1 che sta trasmettendo tutta la saga in questo periodo di quarantena. Sul portale di Mediaset possiamo trovare alcune informazioni che nessuno conosceva e che sicuramente sono interessanti soprattutto se si è amanti della saga. Si tratta innanzitutto di uno dei film più criticati di tutta la serie perché non ha seguito la storia del libro alla perfezione per problemi legati sia a limiti temporali che soprattutto per il budget. Tra i tagli che hanno mandato su tutte le furie il pubblico c’è sicuramente quello legato al funerale di Albus Silente considerato dagli appassionati dei romanzi come il momento più alto di tutto quanto scritto da J.K.Rowling.

Pubblicità

Harry Potter e il principe mezzosangue, curiosità impossibili da notare

Sono diverse le curiosità difficili da notare in Harry Potter e il principe mezzosangue. Tra queste c’è il fatto di essere stato il primo film della saga classificato con Rating GP cioè non adatto ai bambini più piccoli, ma solo alle famiglie. Tra le domande dei fan c’è quella legata ai gemelli Wesley, come hanno fatto questi ad aprire un negozio? Questo perché chi conosce la storia sa bene come la famiglia in questione non abbia mai nuotato in acque confortanti e che quindi rimane impensabile la possibilità di avviare un’attività commerciale. In molti poi non hanno capito perché Severus Piton decide nel film di chiamarsi il “Principe Mezzosangue”. Infine il pubblico si è a lungo chiesto come è stato distrutto l’horcrux che si trova nell’anello appartenente ai Gaunt. Tutte domande alle quali potremmo rispondere stasera con una nuova visione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità