“54% italiani pronto a vaccino anti-covid”/ Indagine Demopolis: “No vax al 16%”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il 54% degli italiani è pronto a vaccinarsi contro il covid: questo quanto emerge da un sondaggio realizzato da Demopolis. Tutti i risultati

coronavirus covid vaccino 2 lapresse1280 640x300
LaPresse

L’istituto Demopolis ha condotto un’indagine sul vaccino anti-covid in Italia, e stando a quanto emerso, la maggior parte degli italiani si dice pronta a sottoporsi al farmaco il prima possibile. “La maggioranza dei cittadini, il 54%, vorrebbe vaccinarsi al più presto – le parole del direttore di Demopolis, Pietro Vento, riportate da Rainews.it – non appena sarà possibile: la loro preoccupazione più diffusa sembra essere l’attuale scarsa disponibilità delle dosi”.

Resta comunque significativo il segmento composto dagli attendisti, ovvero, coloro che intendo vaccinarsi ma non nell’immediato futuro: “Il 30% – aggiunge Vento – circa 15 milioni di italiani, immaginano di vaccinarsi, ma non subito; vogliono capire prima come va…”. La quota di coloro che non intendono vaccinarsi risulta invece essere la più bassa, pari al 16%, e tenendo conto che l’immunità di gregge si raggiunge con il 70% di vaccinati, per ora non rappresenta un pericolo.

SONDAGGIO VACCINO DEMOPOLIS: “PRO VACCINO CHI VOTA PD E M5S”

Analizzando l’orientamento politico degli intervistati, l’istituto Demopolis rivela che coloro che votano i partiti di maggioranza, quindi Partito Democratico, Italia Viva, Movimento 5 Stelle e LeU, sono tendenti al vaccino, mentre hanno più diffidenza gli italiani fedeli all’Opposizione, vedi Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia. In particolare, coloro che votano il Pd sono per tre/quarti favorevoli alla vaccinazione, con il 60% invece dei 5 Stelle. Cala al 35% invece l’intenzione di vaccinarsi fra i sostenitori della Lega. Per quanto riguarda invece l’obbligatorietà o meno del vaccino, il 55% è contrario, mentre per il 45% bisognerebbe introdurla. Supera invece la maggioranza degli intervistati coloro che ritengono che per certe categorie di lavoratori, a partire dal settore sanitario, il vaccino anti-covid dovrebbe essere obbligatorio. L’indagine di Dempolis è stata realizzata per il programma di La7, Otto e Mezzo, ed ha riguardato un campione stratifico di 1.500 intervistati rappresentativo della popolazione italiana. La speranza è che i dati elencati vengano confermati anche nei fatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA