730 precompilato 2021, scadenze dichiarazione redditi/ Via con certificazione Unica

- Silvana Palazzo

730 precompilato 2021, quali sono le scadenze per la dichiarazione dei redditi: la prima è il 16 marzo con certificazione Unica (CU). Le altre date e il modello 770

modello 730 2021 640x300
Modello 730/2021

Si apre la stagione della dichiarazione dei redditi 2021. Diverse le date da segnare sul calendario per quanto riguarda il mese di marzo. La prima scadenza è fissata il 16 marzo, data entro cui i datori di lavoro devono provvedere a recapitare la certificazione Unica (CU) ai propri dipendenti. Invece, per i pensionati entro la stessa data sarà disponibile sul sito dell’Inps. Per docenti e altri dipendenti della pubblica amministrazione, invece, sarà disponibile sul portale NoiPa, dedicato appunto agli statali. Per dipendenti e pensionati il modello da usare per la dichiarazione dei redditi è il 730 precompilato, a meno che non siano titolari di partita Iva e debbano presentare il modello Redditi PF. Con il 730 precompilato il rimborso dell’imposta che spetta arriva direttamente in bista paga a partire dal mese di luglio, invece per i pensionati dalla pensione del mese di agosto.

Il 730 precompilato sarà poi accessibile dal 30 aprile 2021 sul sito dell’Agenzia delle Entrate per i lavoratori. Sarà possibile consultarlo accedendo con il PIN dei servizi telematici ADE o con Spid, Carta di identità elettronica o Carta Nazionale dei Servizi.

Clicca qui per scaricare modello 730/2021 in pdf, qui invece le istruzioni.

730 PRECOMPILATO: SCADENZE E MODELLO 770

Dal 14 maggio i contribuenti potranno cominciare a modificare o trasmettere la dichiarazione dei redditi precompilata, quindi fino ad allora sarà possibile solo visionare i dati inseriti automaticamente nel modello. È utile rammentare che con il 730 precompilato si indicano anche eventuali redditi da terreni, fabbricati, lavoro autonomo eseguito senza partita Iva e redditi da capitale. La dichiarazione va poi presentata entro il 30 settembre 2021, ma entro il 25 ottobre si può presentare il modello integrativo, nel caso in cui si rende necessaria la correzione di eventuali errori o mancanze presenti nella dichiarazione dei redditi inviata. Il modello Reddito PF invece va inviato entro il 30 novembre 2021. Il modello redditi del 2021 è caratterizzato da diverse novità, come Superbonus 110%, Bonus vacanze, bonus facciate, credito di imposta per acquisto di monopattini elettrici e quello relativo al bonus mobilità, insieme alle misure di contrasto Covid. Per quanto riguarda, infine, il meno noto modello 770, che va presentato entro il 2 novembre 2021, è usato dai sostituti d’imposta per comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati fiscali relativi alle ritenute con versamenti e compensazioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA