80enne evade dai domiciliari 12 volte in 3 mesi/ Bolzano, anziano torna in carcere

- Emanuela Longo

Anziano 80enne di Bolzano evade i domiciliari 12 volte in 3 mesi: tribunale di sorveglianza revoca il beneficio e lo rispedisce in carcere

grado
Immagini d'archivio (Pixabay)

Nonostante l’età avanzata, un arzillo 80enne con qualche problema con la giustizia, si è reso protagonista di una emblematica vicenda: ha evaso i domiciliari per ben 12 volte nell’arco di appena tre mesi. Un’infrazione dopo l’altra che però, alla fine, ha portato il giudice a prendere la decisione drastica di rispedirlo dritto in carcere. A darne notizia sono i quotidiani locali di Bolzano ma anche l’agenzia di stampa Ansa che hanno riferito quanto accaduto tra luglio ed ottobre. L’anziano protagonista della curiosa vicenda, alla soglia degli 80 anni, ha provato a scappare ed evitare la reclusione in carcere e non solo in diverse circostanze. E pensare che era attualmente agli arresti domiciliari proprio per il reato di evasione. Gli investigatori hanno tuttavia appurato che quel vizio di darsi alla fuga l’anziano non l’aveva mai perso, al punto da uscire di casa ben oltre gli orari autorizzati. I motivi erano i più disparati, dalla spesa alla farmacia.

80ENNE EVADE DAI DOMICILIARI 12 VOLTE: ARRESTATO

L’anziano 80enne di Bolzano era stato sottoposto agli arresti domiciliari lo scorso luglio ma da allora e fino ad ottobre ha collezionato ben 12 denunce, 10 da parte dei Carabinieri, una dalla polizia locale e l’altra dalla Polizia, tutte per il medesimo motivo. L’uomo, infatti, per ben 12 volte era evaso dagli arresti domiciliari. Per tale ragione, il tribunale di sorveglianza che finora aveva tenuto conto dell’età avanzata dell’arrestato, non ha potuto fare altro che prendere la decisione di revocare i suoi domiciliari. E così, quando i militari si sono recati presso il suo domicilio per prelevarlo e condurlo in carcere, questa volta l’hanno trovato in casa. Una volta notificato l’ordine del giudice, non hanno potuto fare altro che condurlo presso il penitenziario di Bolzano, nella struttura di via Dante dove è stato affidato alla polizia penitenziaria. Qui, salvo altri tentativi di evasione, terminerà di scontare la sua pena.



© RIPRODUZIONE RISERVATA