94enne uccisa in casa, figlia arrestata/ Varese, colpo alla testa: genero in caserma

- Emanuela Longo

Omicidio in provincia di Varese: 94enne uccisa in casa, arrestata figlia 72enne dopo l’allarme lanciato dalla nipote. Un litigio alla base del delitto

Suicidio a Milano
Immagine di repertorio (LaPresse)

Sarebbe stato un omicidio, quello commesso nelle passate ore a Jerago con Orago, in provincia di Varese, dove una anziana donna di 94 anni è stata trovata senza vita in casa. A colpirla violentemente alla testa con un oggetto appuntito, come riferisce l’agenzia di stampa Ansa, sarebbe stata la figlia di 72 anni arrestata dai carabinieri di Gallarate. Sarebbe stata proprio la nipote 44enne, insieme al marito, a rivolgersi questa mattina alle forze dell’ordine per denunciare l’accaduto accusando la madre come autrice dell’aggressione mortale. Il delitto, stando alla ricostruzione di Varesenews, si sarebbe consumato la scorsa notte nell’appartamento di via Mazzini. Giulia Giacomini, questo il nome dell’anziana vittima, è stata trovata cadavere dai soccorritori del 118 giunti con una ambulanza ed un’automedica. Con gli stessi mezzi è stata trasportata in ospedale la figlia 72enne dal momento che per la madre non c’era più nulla da fare. Il delitto, secondo il racconto della nipote, sarebbe avvenuto nel corso della notte in seguito ad un diverbio al culmine del quale la madre avrebbe colpito la nonna alla testa causandone la morte.

94ENNE UCCISA IN CASA, FIGLIA ARRESTATA: GIALLO SUL RUOLO DEL GENERO

Stando a quanto emerso sul delitto della donna 94enne, l’arma usata sarebbe una suppellettile che la figlia 72enne avrebbe portato dal secondo al terzo piano. L’anziana vittima era allettata. Sul posto sono giunti in mattinata i carabinieri di Gallarate per tutti i rilievi di rito e proprio loro si sono poi occupati della ricostruzione del drammatico accaduto. Stando a quanto trapelato da Varesenews, per tutta la mattinata sarebbe stato piantonato dai carabinieri anche il genero della vittima dal momento che sarebbe da chiarire che ruolo avrebbe avuto nel delitto, anche alla luce del fatto che conviveva con le due donne. Intorno alle 14 sarebbe stato portato in caserma per gli accertamenti del caso. Stando a quanto trapela dal Fatto Quotidiano online, la presunta assassina sarebbe affetta da problemi psichici ed avrebbe colpito la madre più volte alla testa con un oggetto appuntito a quanto pare già rinvenuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA