UCCIDE 19ENNE E FERISCE LA MADRE: ARRESTATO PAKISTANO/ Video, folla tenta linciaggio

- Davide Giancristofaro Alberti

E’ stato catturato il 29enne pakistano che ha ucciso un 19enne e ferito la madre di 50 anni: la folla inferocita voleva linciarlo

carabinieri 3 lapresse1280 640x300
LaPresse

E’ stato catturato nel pomeriggio di ieri il 29enne pakistano accusato di aver ucciso un ragazzo di soli 19 anni, Mirko Farci, e di aver ferito in maniera grave la madre della vittima nonché ex compagna, la 50enne Paola Piras. Quando i carabinieri l’hanno trovato aveva ancora i jeans sporchi di sangue, e durante le operazioni di trasferimento dalla caserma di Tortolì alla compagnia di Lanusei per l’interrogatorio del pubblico ministero Giovanna Morra, si è sfiorato il linciaggio. Una folla inferocita ha infatti atteso l’uscita dalla caserma del 29enne Masih Shahid, per provare a colpirlo, e numerosi agenti dell’arma e militari, hanno dovuto proteggere l’omicida per evitare il peggio.

Moltissimi coloro che si sono rivolti al pakistano con le parole «assassino» e «bastardo», e due carabinieri sono rimasti feriti nel tentativo di far indietreggiare la calca, così come riferisce il quotidiano La Nuova Sardegna. I due militari sono stati in seguito trasportati in ospedale per accertamenti e uno avrebbe riportato un trauma alla spalla mentre l’altro una lesione al piede, che nella confusione è stato schiacciato dall’auto su cui a bordo vi era il 29enne. Qui il video del tentato linciaggio. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ACCOLTELLA EX COMPAGNA E LE UCCIDE IL FIGLIO 19ENNE: 29ENNE PAKISTANO IN FUGA

Un ragazzo di 19 anni è stato ucciso a Tortolì, in Ogliastra (in Sardegna), da un 29enne di origini pakistane, ex compagno della mamma della vittima, una donna di 50. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, così come si legge su TgCom24.it, il ragazzo avrebbe cercato di difendere la mamma dagli attacchi del 29enne, venendo però a sua volta colpito mortalmente. Sul luogo segnalato, una casa di proprietà della donna situata in via Monsignor Virgilio, in pieno centro, si sono recati gli uomini dei carabinieri, quindi la polizia e la guardia di finanza, coordinati dalla pm di Lanusei, Giovanna Morra.

L’uomo risulta essere al momento in fuga, e di recente era stato arrestato per maltrattamenti ed era stato quindi raggiunto da un divieto di avvicinamento alla donna. Il 19enne ucciso si chiamava Mirko Farci, e l’omicidio è avvenuto all’alba di oggi, martedì 11 maggio 2021; la madre si chiamava invece Paola Piras, ferita gravemente dopo essere stata raggiunta da una serie di coltellate, ed ora si trova ricoverata presso l’ospedale di Lanusei in codice rosso.

ACCOLTELLA EX COMPAGNA E LE UCCIDE IL FIGLIO: CACCIA ALL’UOMO NELL’OGLIASTRA

Stando alle prime informazioni emerse, come spiegato sopra, il giovane avrebbe cercato di difendere la madre dalla furia dell’ex compagno, che si sarebbe introdotto di notte nella casa dell’ex compagna, violando quindi la misura del divieto di avvicinamento. In tutta la zona è in corso un’intensa caccia all’uomo, visto che sulle sue tracce vi sono i carabinieri della compagnia di Lanusei, quelli del reparto operativo e le squadriglie del comando provinciale di Nuoro. E’ probabile che alla base del gesto vi fosse una motivazione passionale, probabilmente il 29enne omicida non accettava la fine del rapporto con la 50enne e si voleva quindi vendicare. Sono attesi aggiornamenti nel corso di questa mattina, ed è molto probabile che nel giro di poche ore il ricercato venga scovato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA