Achille Lauro/ “Il successo? Bisogna insistere finché non arriva ciò che si vuole”

- Emanuele Ambrosio

Achille Lauro tra gli ospiti della nuova puntata d “Il meglio di Domenica in” rivela: “con Mara Venier c’è stato un colpo di fulmine”

achille lauro min 640x300
Achille Lauro (Fonte: Instagram)

Rivediamo la bella intervista ad Achille Lauro ne Il Meglio di Domenica In. Il cantante si mette comodo di fronte a Mara Venier, per la quale prova grande stima e affetto. Non smette mai di ribadirlo durante l’intervista, prima di esprimere alcune sue considerazioni generali. “Le cose si fanno finché non si ottiene ciò che si vuole. Svegliarsi e fare quello che piace è fondamentale nella vita”, dice. “Se avessi un figlio? Gli direi di provare. Gli direi di cambiare se non è contento. La vita è trovare quello che ami veramente. Non è una cosa scontata. I miei genitori sono stati così con me, mia madre tanto”.  Sul rapporto con la musica:Per me la musica è molto intima. Da piccolo scrivevo poesie, ma anche testi che raccontavano di me. Mi conoscevo. Ho avuto la fortuna di capire cosa mi piacesse”.  (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Achille Lauro ospite di Mara Venier per Il Meglio di Domenica In

Achille Lauro tra gli ospiti della nuova puntate de “Il meglio di Domenica in“, il best of dei momenti più belli dell’ultima edizione del programma di successo condotto da Mara Venier su Rai1. L’artista italiano si è raccontato a cuore aperto: dal debutto al grande successo che l’ha reso uno dei cantanti più popolari degli ultimi anni. Proprio negli studi di Domenica In, Lauro ha dichiarato: “siamo qui dove tutto è iniziato fra di noi un colpo di fulmine!” parlando del primo incontro con la zia Mara Venier che è stata una delle sue prime fan. ”

C’è C’è stato un colpo di fulmine tra di noi durante il mio primo Sanremo, quando pesavo dieci chili di meno. Venivo da un periodo difficile e intenso, questi anni anche sono stati impegnativi ma me la sono goduta di più” – ha raccontato il trapper che negli ultimi due anni ha avuto un successo davvero straordinario. Una carriera in ascesa quella del trapper che quest’anno è stato la punta di diamante del Festival di Sanremo 2021 targato Amadeus e Fiorello.

Achille Lauro: “Le storie di successo nascondono sempre da impegno e testardaggine”

Parlando proprio del successo, Achille Lauro ha detto: “il successo che ho ottenuto non è una cosa improvvisa, perché le storie di successo nascondono sempre da impegno e testardaggine. E’ stato un mattoncino alla volta, alle volte è dura, fare un percorso non standard è sempre una scommessa, soprattutto per una generazione che guarda poco al futuro come la nostra”. Poi si è lasciato andare a confessioni sulla sua vita privata e in particolare ha ricordato i suoi sogni da bambini: “a dodici anni mia madre mi trovava in camera mentre scrivevo poesie e testi. Era una sorta di autoanalisi, capivo chi ero, mi conoscevo. In quel momento non era musica, ma vita. Ho avuto la fortuna di capire subito cosa mi piacesse fare”.

Infine Mara Venier gli mostra i video delle sue esibizioni sul palcoscenico di Sanremo che ha sicuramente segnato l’ascesa nella sua carriera artistica. ” Provo sensazioni strane, la mia vita è cambiata molto. Penso a quanto abbiamo fatto e quanto lavoro c’è stato dietro. Ho creato un grande team e ci aspettano ancora grandi sfide. Il mio percorso è difficile perché dietro la mia musica ci sono diverse chiavi di lettura e, a volte, il costume che indosso mentre interpreto il pezzo impedisce di approfondire e capire il concetto che c’è di fondo” ha detto Lauro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA