Acquistano gatto Savannah ma gli arriva una tigre/ Scoperto giro illecito di animali

- Davide Giancristofaro Alberti

Una coppia francese era convinta di aver preso un gatto Savannah, ma gli è stato recapitato una tigre di Sumatra

tigre 2018 pixabay 640x300
Reggio Calabria, nudo dentro la gabbia delle tigri

Pensavano di aver acquistato un gatto Savannah ma in realtà avevano appena comprato un tigrotto di Sumatra. Il danno e nel contempo la beffa per una coppia di francesi, visto che, per assicurarsi il felino, avevano sborsato ben 6mila euro, per poi vedersi recapitare a casa un animale non richiesto e comunque ingestibile in un appartamento. Impossibile infatti pensare di convivere con un cucciolo di tigre, soprattutto con il passare dei mesi e con il sopraggiungere della maturazione e della crescita di peso. Fatto sta che, come riferisce l’edizione online di TgCom24, lo “scambio” fra il gatto Savannah e la tigre di Sumatra è stato denunciato dagli stessi acquirenti, con le forze dell’ordine che hanno successivamente aperto un’indagine dove sette persone sono finite sotto custodia cautelare per traffico illegale di animali. L’episodio ci giunge da Le Havre e risale a due anni fa, al 2018. Inizialmente per i due acquirenti sembrava che l’acquisto fosse stato portato a termine nel migliore dei modi, ma solo in seguito il gatto si è “trasformato” in una tigre dell’Indonesia.

ACQUISTANO GATTO SAVANNAH MA ARRIVA UNA TIGRE: INDAGINI PROSEGUONO

Accortisi del raggiro, hanno contattato la polizia e per due anni gli investigatori hanno setacciato la “banda”, scoprendo appunto questo traffico illegale di animali. Secondo il procuratore di Le Havre si è trattato di un caso non comune ma comunque possibile visto che la tigre è considerata una specie in via di estinzione, se si tiene in considerazione il fatto che al mondo esistano meno di 400 esemplari. E così che in Indonesia, chi viene sorpreso a cacciare il grande felino, rischia il carcere e delle multe salatissime, ma il bracconaggio è purtroppo una piaga ancora molto diffusa, soprattutto nelle zone più povere al mondo e nonostante il rafforzamento delle forze dell’ordine e le numerose misure messe in atto. Il tigrotto, “ex gatto Savannah”, è stato affidato all’Ufficio francese per la biodiversità, e si trova ricoverato in una struttura adeguata e in ottima salute. Chissà se la coppia di Le Havre avrà poi deciso comunque di acquistare il desiderato gatto Savannah o meno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA