Adriano Panzironi, dieta Life 120/ Testimonianza choc: “Ho rischiato di morire”

- Carmine Massimo Balsamo

Adriano Panzironi a Live – Non è la D’Urso arriva in manette. L’inventore della dieta Life 120 rischia tre anni di carcere, spuntano retroscena choc.

adriano panzironi
Adriano Panzironi a Live - Non è la D'Urso

Adriano Panzironi ieri sera ospite a Live – Non è la D’Urso, il guru delle diete contro tutti per la sua Life 120. Barbara D’Urso ha mandato in onda una testimonianza choc sul programma ideato dal giornalista, una donna che ha rischiato la vita: «Mi avvicinai allo stile di Adriano Panzironi perché soffrivo di una sindrome artrosica alla mano destra. Iniziai a perdere drasticamente peso, arrivando a pesare 45,5%: mi sentivo sempre più debole, tachicardia, forti vertigini, stimolo costante ad andare in bagno. Un giorno mi sono sentita svenire e ho chiamato il 118: in ambulanza mi viene fatto un tracciato elettrocardiografico dal quale emergono delle aritmie. Ho avuto paura di morire». Presente in studio, la donna ha poi spiegato: «Sono stata censurata, i miei post in cui dicevo che stavo male non venivano pubblicati», sottolineando di aver «avuto un collasso cardiocircolatorio». Dopo una registrazione con protagonista la testimone e una dipendente di Life 120, Vladimir Luxuria su tutte le furie: «Diagnosi fatte al telefono da una donna al call center che non sappiamo che preparazioni hanno. Ma qui siamo al limite del grottesco, ma dai!». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Adriano Panzironi, l’esperto: “Le etichette confondono consumatori”

Adriano Panzironi rischia tre anni di carcere per la sua Dieta 120 Life. Un confronto accesissimo quello andato in scena a Live – Non la D’Urso su Canale 5 con la padrona di casa che arriva a dire: “voglio essere chiara. Farò per la prima volta quello che non ho mai fatto in 40 anni di televisione: chiudere i microfoni. Dovete parlare due la volta!”. Tutti contro il giornalista sospeso che si è presentato in studio con le manette per protestare contro quanto sta succedendo. In studio arriva anche una ex paziente che rivela: “ho avuto una crisi, sicuramente un integratore mi ha fatto stare male”, ma poi è la volta di una chiamata fatta dalla paziente al centralino della Dieta 120 life in cui manifesta il suo problema. Panzironi precisa: “la signora beveva troppo, 3 litri di acqua al giorno”, ma la D’Urso prende la parola “bevo 3 litri di acqua al giorno e sto benissimo” per poi invitarlo a rispettare il turno degli altri: “Non puoi parlare su tutti”. Il finale poi è tutto contro Panzironi visto che quelli di Live – Non è la D?Urso hanno fatto controllare i prodotti alimentari e la scoperta è allucinante: “l’etichetta confonde il consumatore, è un inganno” dice uno specialista. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Vladimir Luxuria: “forse ti farai 3 anni di carcere”

Adriano Panzironi ancora una volta al centro di “Live – Non è la D’Urso”. Il giornalista, sospeso dall’ordine, rischia 3 anni di carcere per la sua dieta 120 Life. In studio sono tutti contro di lui: da Giovanni Ciacci a Vladimir Luxuria che interviene dicendo: “questo signore qui ha detto che con le sue pillole aumentano le difese immunitarie. Non credete a questo signore che probabilmente si farà tre anni di carcere”. Poi è la volta di Eleonora Giorgi: “bisogna capire se ci sono delle certificazioni”. A prendere la parola è poi una nutrizionista che, dopo aver studiato la dieta 120 life di Panzironi, dice: “questo stile di alimentazione sbagliato ci dà immediatamente dei benefici ma a lungo andare aumenta il rischio di tumori, diabete e malattie cardiovascolari”. La dieta mediterranea, “patrimonio dell’Unesco” sottolinea la D’Urso, però viene presa di mira da Panzironi: “siete stati così bravi che avete portato 5 milioni di diabetici in Italia”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Adriano Panzironi protesta con le manette e la D’Urso…

Adriano Panzironi entra negli studi di Live – Non è la D’Urso con delle manette: “è una protesta per quello che sta accadendo”. La D’URso però “tu inciti a fare questo e a comprare i tuoi ingredienti, se vuoi querelarmi fallo pure” ma il giornalista replica “non lo farei mai, la costituzione permette ad un giornalista di comunicare”, ma la padrona di casa lo frena “siediti con tutte le manette”. Il giornalista – dietologo rischia grosso, ma è in studio per difendersi: “ho le prove di quello che dico, la multa è stata fatta per via degli integratori”, ma la D’Urso interviene “vendi anche dei prodotti alimentari e noi siamo andati a far analizzare e quello che c’è scritto sulle etichette non corrisponde a quello riportato”. Nuove accuse in arrivo per Panzironi che dovrà vedersela anche con una dottoressa che è in studio per dire la sua. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Guru delle diete a processo: testimonianze choc a Live Non è la D’Urso

Adriano Panzironi sarà uno dei grandi protagonisti della nuova puntata di Live – Non è la D’Urso in programma oggi, domenica 20 ottobre 2019, in prima serata su Canale 5. Barbara D’Urso ha annunciato negli scorsi giorni che ci saranno delle nuove testimonianze choc sul guru delle diete, finito a processo per esercizio abusivo della professione medica e sono attese grandissime novità su uno dei casi mediatici più discussi degli ultimi tempi. Dopo censure e sanzioni da parte di Antitrust e Agcom, Adriano Panzironi rischia adesso fino a tre anni di carcere: sospeso dall’Ordine dei giornalisti, l’inventore di “Life 120” è stato denunciato alla Procura della Repubblica dall’Ordine dei Medici di Roma: secondo il presidente Antonio Magi, non è possibile consigliare un regime alimentare senza avere visitato una persona e senza conoscere eventuali patologie e problematiche. Il rischio è quello di consigliere alimenti incompatibili con lo stato di salute di un paziente e ora sono guai…

ADRIANO PANZIRONI A LIVE – NON E’ LA D’URSO

Adriano Panzironi può godere di ampia visibilità televisiva e sui social network: il guru delle diete è spesso ospite su media locali e nazionali, senza dimenticare che conduce la trasmissione televisiva “Il Cerca Salute” su alcune emittenti private. La sua teoria è che sia possibile vivere 120 anni e curare malattie gravi come diabete, Alzheimer e ipertensione seguendo i suoi consigli e utilizzando i suoi integratori. «LIFE 120 è un nuovo stile di vita che affonda le radici nel passato, quando l’uomo era esente dalle malattie degenerative, oggi chiamate comunemente “malattie moderne”», annuncia Adriano Panzironi sul suo sito, evidenziando che i mali del nostro tempo non sono affatto naturali ma «non sono altro che una conseguenza del nostro modo di vivere». E’ possibile, dunque, vivere in salute e oltre i 100 anni seguendo tre linee guida: la giusta alimentazione, la giusta attività fisica e la giusta integrazione. E il guru può vantare un grande seguito: oltre 500 mila persone hanno aderito a Life 120, scatenando non poche polemiche…

“ADRIANO PANZIRONI, REATO DI ESERCIZIO ABUSIVO DELLA PROFESSIONE MEDICA”

Spesso ospite nei programmi di Barbara D’Urso per rispondere alle polemiche su Life 120, Adriano Panzironi è finito nel mirino di molti esperti e luminari. Uno su tutti Roberto Burioni, esperto di Microbiologia e Virologia, che ha messo nel mirino tutti quei programmi che danno spazio al guru delle diete, «un comportamento gravissimo e intollerabile». E sono tantissime le testimonianze di “miracoli”: c’è chi ha raccontato che con Life 120 è guarito da diabete e malattie e c’è chi ha spiegato che la sua gamba si è allungata di tre centimetri. Recentemente il pubblico ministero Francesco Marinaro ha chiarito che Panzironi non è un dottore o un cardiologo, così come non è specializzato in scienze dell’alimentazione: il guru è semplicemente un giornalista e per questo motivo «i suggerimenti inerenti i suoi integratori potrebbero configurare il reato di esercizio abusivo della professione medica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA