ADRIANO PANZIRONI, SOSPESO IL PROGRAMMA TV/ I diabetologi lo denunciano “ci diffama”

- Mirko Bompiani

Adriano Panzironi, sospeso il programma tv dall’Agcom. I diabetologi insorgono e presentano una denuncia nei confronti del giornalista “Ci ha diffamato”

adriano panzironi il cerca salute
Adriano Panzironi

Insorge la Società italiana di diabetologia, la Sid, nonché l’Associazione medici diabetologi (Amd), nei confronti del giornalista Adriano Panzironi. L’autore del famoso regime alimentare promosso spesso e volentieri dallo stesso in tv, è finito da tempo nel mirino della critica, e l’Agcom, nella giornata di ieri, ha comunicato la sospensione del suo noto programma televisivo per i prossimi sei mesi. Il presidente Sid, Francesco Purrello, ha presentato a nome della Società, una denuncia penale e civile nei confronti dello stesso Panzironi: «Panzironi – come si legge sul quotidiano Il Gazzettino di Padova – ha diffamato la classe dei diabetologi, accusandoci di “consigli criminali” in riferimento alle indicazioni dietetiche fornite dagli specialisti. Panzironi ha anche affermato che i diabetologi agirebbero per mantenere alta la glicemia delle persone con diabete al fine di non perdere pazienti. Inoltre, propone tesi e regimi alimentari totalmente privi di basi scientifiche». Il numero uno di Sid ha aggiunto: «purtroppo l’anello più debole della catena alla fine resta il paziente, in vari casi in condizioni di debolezza psicologica e quindi facilmente influenzabile. E’ fondamentale curare il livello scientifico delle informazioni e intervenire contro le fake news, un fenomeno preoccupante e in ascesa». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ADRIANO PANZIRONI, SOSPESO 6 MESI “IL CERCA SALUTE”

Sospensione de “Il cerca salute” e dello speciale “Quello che non vi hanno detto sul coronavirus” per sei mesi: questa la decisione dell’AGCOM nei confronti dell’ormai celebre format di Adriano Panzironi. L’ideatore del regime alimentare “Life 120” è finito nel mirino delle autorità per «la diffusione di contenuti, commerciali e non, potenzialmente suscettibili di porre in pericolo la salute degli utenti in quanto induttivi di una sottovalutazione dei rischi potenziali connessi al coronavirus». Come spiegano i colleghi di Tg Com 24, i programmi di Panzironi avrebbero tentato di convincere gli spettatori che il coronavirus possa essere trattato, se non prevenuto, con misure non terapeutiche, ma con alimentari o di mera integrazione. Ricordiamo che le due trasmissioni televisive colpite dall’AGCOM sono trasmesse sul canale 880 SAT e sul canale 61 DTT e prodotte dalle società Italian Broadcasting S.r.l e Mediacom S.r.l.

ADRIANO PANZIRONI, AGCOM SOSPENDE PROGRAMMI TV PER SEI MESI

Recentemente finito a processo con una lunga lista di parti civili, il canale di Adriano Panzironi era stato sanzionato a fine marzo dall’AGCOM con una multa di oltre 260 mila euro. In questo caso, nel mirino delle autorità è finita la posizione del giornalista sul coronavirus, in grado di comportare «una riduzione della consapevolezza e dei conseguenti comportamenti di vigilanza e responsabilità rispetto ai rischi sanitari e quindi risultare pregiudizievoli per la salute dei consumatori». Una condotta particolarmente grave, per le autorità, in quanto gli autori e lo stesso Panzironi hanno utilizzato «un modulo comunicativo basato sulla suggestionabilità dello spettatore medio per proporre, associandola alle tematiche relative alla epidemia da Covid-19, la promozione dello stile di vita “Life 120″».

© RIPRODUZIONE RISERVATA