Al Bano rimosso dalla black list Ucraina/ “Spero in un concerto di pace e musica”

- Emanuele Ambrosio

Al Bano cancellato dalla black List dell’Ucraina: “spero di essere invitato ed accolto in Ucraina per un grande concerto di pace e musica”

la bano carrisi domenica in 2019
Al Bano Carrisi a Domenica In

Alla fine Al Bano e l’Ucraina hanno fatto pace. Il cantante di Cellino San Marco è stato ufficialmente rimosso dalla black list delle persone considerate pericolose per l’Ucraina. Una notizia condivisa dallo stesso Albano Carrisi che finalmente potrà tornare a cantare dal vivo anche a Kiev e nei dintorni dove la sua musica è molto apprezzata ed ascoltata. Lo scorso marzo l’ex marito di Romina Power era stato inserito dalle autorità ucraina in una black list, ossia una lista nera di persone non gradita all’interno del paese perché considerate una minaccia per la sicurezza nazionale. In questa lista nera, compilata e aggiornata dal ministero della Cultura in base alle richieste del Consiglio di Sicurezza e Difesa nazionale dell’Ucraina, dei servizi di sicurezza ucraini e del Consiglio della Tv e Radio nazionali, ci sarebbe ben 147 persone come sottolineato dall’agenzia Interfax. Da oggi ce ne sarà uno in meno visto che il nostro Al Bano è stato rimosso.

Al Bano rimosso dalla lista nera dell’Ucraina

Lo scorso marzo la notizia non era stata accolta molto bene da Al Bano che aveva dichiarato: “Non ho mai detto una parola contro l’Ucraina. Mai fatto neanche un apprezzamento. E’ inaccettabile che proprio io che canto da sempre la pace ora venga trattato come un terrorista. Non ho mai posseduto armi, neanche quelle mentali”. A spingere il ministero della Cultura dell’Ucraina a inserire il cantante di Cellino San Marco nella lista nera sarebbero state delle sue vecchie dichiarazioni del 2014 relative al territorio della Crimea. Per fortuna la cosa è rientrata, anche se Albano ha voluto spiegare come sono andate davvero le cose con una nota ufficiale: “Vorrei specificare e chiarire ciò che ho espresso nel 2014 in merito all’appartenenza della Crimea alla Russia. Non mi sono mai interessato della vicenda, essendo un cantante e non un politico”.

Al Bano pace fatta con l’Ucraina: “spero in un concerto di musica”

Stando a quanto dichiarato da Al Bano a interpretare male le sue dichiarazioni in quell’occasione è stata la stampa italiana. Non solo, nel comunicato ufficiale, il cantante di Cellino San Marco ha anche raccontato di essersi informato in merito alla situazione della Crimea prendendo atto anche di quella che è la posizione della comunità internazionale e del nostro stesso Paese. Oggi che il problema è rientrato, AlBano è pronto a tornare in Ucraina per suggellare questa pace e questo nuovo inizio con la ex repubblica sovietica. Per questo motivo il cantante ha lanciato una proposta: “Spero di essere invitato ed accolto in Ucraina per un grande concerto di pace e musica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA