Al-Qaeda diffonde video “Paperissima” propaganda Isis/ Rivalità jihadiste e fuorionda

Al-Qaeda diffonde un video stile “Paperissima” di fuorionda ed errori nella propaganda dell’Isis: la presa in giro per screditare il gruppo jihadista rivale

Al-Qaeda prende in giro la propaganda dell'Isis
Al-Qaeda prende in giro la propaganda dell'Isis (Twitter, 2019)

La guerra per la supremazia nel mondo del terrorismo jihadista si combatte anche a colpi di social network e di video divertenti: è questa l’ultima frontiera dello scontro tra Al-Qaeda e l’Isis, oramai in rotta da alcuni dalle sue principali roccaforti e, come già era accaduto in passato, la rete fondata a suo tempo da Osama bin Laden ha diffuso sul proprio canale Hidayah Media Production un video di “bloopers”, ovvero gli errori, e di fuorionda con cui ha umiliato e preso in giro i militanti dello Stato Islamico. Infatti questi ultimi vengono ritratti come degli attori di un serial televisivo e alle prese con un copione da recitare, tra invocazioni ad Allah non pronunciate bene, “take” da ripetere e situazioni che rimandano più alla nostra “Paperissima” che alla rivendicazione di uno dei gruppi di estremisti islamici più sanguinari su piazza. Insomma, una operazione social, che usa gli stessi strumenti che hanno permesso in passato all’Isis di farsi conoscere e diventare virale sul web, per screditare i ‘rivali’, restituendone un ritratto di dilettanti improvvisati come erano gli aspiranti terroristi della commedia da black humour britannica “Four Lions”.

AL-QAEDA PRENDE IN GIRO I MILIZIANI DELL’ISIS

Nel video che è stato condiviso già milioni di volte sui social e ripreso pure dalle principali emittenti occidentali la cosa che colpisce di più è che le registrazioni dei video di propaganda non differiscono da quelle di uno spot pubblicitario, con errori, facce che sono un programma, risate di sottofondo e consigli dell’immancabile regista dopo ogni ciak sbagliato. In realtà, come detto, la presa in giro dei vertici di Al-Qaeda ai danni dei “cugini” dell’Isis rappresenta solo l’ultimo atto di una guerra interna alla galassia jihadista per la supremazia: secondo quanto si apprende dalla BBC, il video sarebbe infatti stato girato nel 2017 da una cellula yemenita dello Stato Islamico, anche se non è noto come il movimento sunnita islamista nato in Afghanistan nel 1988 sia entrato in possesso di queste immagini. Infine, è tutto un programma il titolo che è stato dato al filmato diffuso da Hidayah Media Production, ovvero “The Hollywood Reality of Baghdadi Group” in cui viene richiamato pure il Califfo del terrore Abu Bakr al-Baghdadi e della sui sorte non si sa al momento nulla: per la serie, che sia a Los Angeles o in una grotta dello Yemen, fare televisione è una cosa seria, anche se i militanti dell’ISIS potrebbero replicare che non è un vero film se non ci sono dei “bloopers” che gli appassionati devono cogliere…



© RIPRODUZIONE RISERVATA