Alba Parietti, confessione choc/ “Sono stata molestata da un amico”

- Elisa Porcelluzzi

Alba Parietti ha subito molestie da parte di un amico. La confessione, in occasione della festa della donna, nel programma di Milo Infante su Rai 2.

alba parietti domenica in 640x300
Alba Parietti, Domenica In

In occasione della festa della donna, Alba Parietti ha confessato di aver subito molestie da parte di un amico. Ospite di Milo Infante a Ore 14, la mamma di Francesco Oppini ha ammesso di aver mentito in passato, quando aveva dichiarato di non aver mai subito violenze e neppure di aver ricevuto proposte indecenti: “Faccio una confessione oggi qua in occasione della festa della donna. Io ho sempre detto di non aver subito una molestia… e l’ho detto perché in qualche modo ci ho creduto, mi sono convinta”. Guardando Il caso Epstein, Alba è riuscita ad ammettere in primis a se stessa di essere stata vittima di molestie: “Sono stata molestata, ma la verità è che non ho avuto il coraggio di raccontarlo a nessuno, neanche a me stessa. I dati che conosciamo non sono veri. Ogni donna ha subito almeno una volta nella vita violenze o molestie fisiche o psichiche”.

Alba Parietti: “Anche io ho subito molestie”

Milo Infante, stupito dalla confessione di Alba Parietti le ha chiesto perché non ha confessato prima: “Ti vergogni di ammettere di essere debole, di aver subìto”, ha risposto la showgirl. “A me è capitato di subire una molestia psicologica forte sul lavoro ma anche una molestia da parte di un amico, un’altra volta”, ha continuato la showgirl senza aggiungere ulteriori dettagli alla vicenda. Infine ha ribadito che guardando Il caso Epstein si è rivista nei racconti della ragazze, che parlavano delle violenze subite: “È un senso di paralisi, di incapacità di reagire tanto è lo sgomento di trovarsi in una situazione che non ti sei cercata”. Monica Setta, storico volto di Unomattina in famiglia con Tiberio Timperi, collegata con Ore 14 ha ringraziato Alba Parietti per la sua testimonianza e ha dichiarato che anche lei ha subito diverse pressioni maschiliste per affermarsi nel mondo del giornalismo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA