Alba Parietti e le foto ritoccate: “Rivendico la mia vanità”/ “Non sarei credibile..”

- Stella Dibenedetto

Alba Parietti, in un’intervista esclusiva a Oggi, svela la verità sulle foto ritoccate: “sono vanitosa e con l’età lo divento ancora di più…”.

alba parietti min 640x300
Alba Parietti a Io e Te - Screenshot da video

Alba Parietti, in un’intervista esclusiva rilasciata ai microfoni del settimanale Oggi nel numero in edicola dal 6 agosto, risponde al servizio che lo stesso settimanale le aveva dedicato pubblicando le foto delle sue vacanze a Formentera facendo un confronto con quelle che la stessa showgirl pubblica sui social. Oggi, ai microfoni di Oggi, la Parietti svela tutta la verità sulle “foto ritoccate” svelando di essere una donna vanitosa che non ha alcuna intenzione di diventare la “paladina del mostriamoci come siamo”. “Sono vanitosa e con gli anni lo divento di più perché l’età rende più deboli – ha confessato Alba Parietti – specie se hai avuto una carriera in cui l’aspetto contava. Ma è da quando avevo 35 anni che mi sento dire che sono vecchia. L’età non è una colpa e l’alternativa non è migliore. Sottolinearla è becero”.

ALBA PARIETTI RISPONDE AD OGGI: “AVETE SCELTO LE FOTO IN CUI STAVO PEGGIO”

Dopo il servizio di Oggi dedicato alle foto ritoccate, Alba Parietti, proprio ai microfoni del citato magazine, difende il diritto di apparire bella sui social. “Io, una pancia come quella nelle vostre foto, non l’ho mai avuta neanche quando ero incinta. Avete scelto le foto in cui stavo peggio e le avete peggiorate”, afferma la Parietti. Poi spiega perchè non ha intenzione di mostrare i propri difetti. «Per me una foto, ruga o non ruga, deve essere innanzitutto bella per me, quindi non la metto se mostra inutilmente difetti che ho. Il fatto che io mi esponga a 59 anni è già un contributo. Potrei fare quello che voi suggerite, ma mi violenterei perché non sarebbe la mia natura, che è estremamente vanitosa… Io mi sono costruita la mia esistenza da sola, senza padrini né padroni. Ho sempre messo la faccia su battaglie e diritti. Ma ho una debolezza – la vanità – e a fare la paladina del “mostriamoci come siamo” non sarei io, non sarei credibile. E soprattutto non mi va», ha concluso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA