Alberico Evani/ Il vice di Roberto Mancini è “il più elegante” a Euro 2020

- Mauro Mantegazza

Alberico Evani: il vice di Roberto Mancini è “il più elegante” a Euro 2020 secondo il sito di moda Mr Porter, ma è promossa tutta la Nazionale italiana.

Evani
Alberico Evani in panchina a Euro 2020

Agli Europei 2020 l’Italia si sta mettendo in evidenza per qualità ed eleganza in campo e fuori e l’allenatore in seconda Alberico Evani è diventato uno dei simboli di questo nuovo corso all’insegna della qualità. I risultati e il bel gioco mostrato sono stati ovviamente decisivi nella cavalcata verso la finale di Wembley Italia Inghilterra, in programma stasera. In molti però stanno apprezzando la Nazionale di Roberto Mancini anche per lo stile impeccabile esteticamente. Secondo il sito di moda Mr Porter, l’uomo immagine della comitiva azzurra è appunto Alberico Evani, allenatore in seconda dopo aver ricoperto molti altri ruoli nelle Nazionali giovanili. Mr Porter ha celebrato con ironia e ammirazione Alberico Evani: “Sembra un sarto milanese, o un orologiaio visto attraverso il filtro Pixar di TikTok. Dovrebbe essere in una piazza di Roma a bere Campari, non a fare cose volgari come dirigere un allenamento o dare le ultime indicazioni a un giocatore che sta per entrare in campo dalla panchina. Come assistente allenatore, non ha assolutamente alcun diritto di possedere un paio di occhiali così eleganti”.

ALBERICO EVANI “RE DELL’ELEGANZA” A EURO 2020

Da questo punto di vista abbiamo già vinto lo scontro con l’Inghilterra, il cui staff tecnico è stato stroncato, ma Albertico Evani batte secondo Mr Porter anche “un altro uomo molto elegante come Roberto Mancini”. L’outfit firmato da Giorgio Armani sicuramente aiuta: abbigliamento formale elegante “dallo stile molto italiano”. Il blazer blu polvere/grigio sta perfettamente addosso a Evani, erede della grande tradizione degli allenatori italiani alla moda: “Indossa un abito dal taglio perfetto e ha anche l’attitudine giusta per farlo”. Alberico Evani, per tutti Chicco, giocò nel primo grande Milan di Silvio Berlusconi vincendo tra l’altro tre scudetti e due Coppe dei Campioni, poi nel 1993 passò alla Sampdoria, vincendo una Coppa Italia e giocando insieme a Roberto Mancini e tanti altri componenti dello staff dell’Italia, come Fausto Salsano e Attilio Lombardo, mentre Gianluca Vialli era già passato alla Juventus. In Nazionale Alberico Evani ha giocato 15 volte, comprese due presenze ai Mondiali Usa 1994, in cui l’Italia si è classificata seconda alle spalle del Brasile. Speriamo che questa finale vada diversamente…



© RIPRODUZIONE RISERVATA