Alberto Dandolo vs Barbara D’Urso/ “Trattato come delinquente per un profilo fake…”

Alberto Dandolo contro Barbara D’Urso, stoccata su Instagram alla conduttrice di Pomeriggio 5: “La giustizia farà il suo corso…”

alberto dandolo barbara d'urso
Alberto Dandolo su Instagram

Alberto Dandolo vs Barbara D’Urso, il giornalista mette nel mirino la nota conduttrice Mediaset. Reduce da uno scontro a distanza con Fabrizio Corona, il cronista di Dagospia ha scritto due lunghi post su Instagram riguardanti il volto di Pomeriggio 5. «Voglio che si dimostri scientificamente e senza dubbio alcuno che il sottoscritto non usava un profilo fake della signora d’Urso», afferma Dandolo, che spiega ai suoi followers: «Sono giorni frenetici e sfiancanti. […] Sono queste le ore in cui ho deciso finalmente di riprendermi, costi quel che costi, quella dignità che il vento bastardo della calunnia vuole soffiarmi via. Sono stati mesi (quasi 1 anno!) di dolore e impotenza. Mesi durissimi. Ho dovuto e devo quotidianamente lottare per non farmi rubare ciò che di più sacro e caro ho: il peso della verità della parola. Sono stato trattato come un delinquente qualunque perché qualcuno un bel giorno ha arbitrariamente deciso che io, proprio io, mi nascondessi dietro un profilo fake che dava fastidio».

ALBERTO DANDOLO CONTRO BARBARA D’URSO?

Prosegue Alberto Dandolo: «Sono stato sottoposto ad un interrogatorio durato ore per dover dimostrare che fiumi e fiumi di post non li avevo confezionati io dietro mentite spoglie. La Giustizia farà il suo corso e prego Dio che il Procedimento non venga archiviato. […] E lo farò da lunedì grazie all’aiuto di un pool di professionisti riconosciuti come tra i migliori in Italia nei rispettivi campi. Lo farò anche a costo di enormi sacrifici economici. Voglio che si dimostri scientificamente e senza dubbio alcuno che il sottoscritto non usava un profilo fake della signora d’Urso. Non permetterò mai più che mi venga rubata la gioia di usare la parola per informare i lettori. Non permetterò mai più di spegnere quel po’ di talento che ho. Non vi permetto di rubararmi l’onestà aurorale del mio entusiasmo. Non mi ruberete il lavoro». E poche ore fa è stato pubblicato un altro post sui social network, che tira una frecciatina non di poco conto a Barbara D’Urso: eccoli qui di seguito

 

 

View this post on Instagram

 

NOTIZIA SU DI ME. Sono giorni frenetici e sfiancanti. Notti di speranze e dubbi. Albe lunghe come la memoria. Sono queste le ore in cui ho deciso finalmente di riprendermi, COSTI QUEL CHE COSTI, quella DIGNITA’ che il vento bastardo della CALUNNIA vuole soffiarmi via. Sono stati mesi (quasi 1 anno!) di dolore e IMPOTENZA.Mesi durissimi. Ho dovuto e devo quotidianamente lottare per non farmi rubare ciò che di più sacro e caro ho : il PESO della VERITA’ DELLA PAROLA. Sono stato trattato come un delinquente qualunque perché qualcuno un bel giorno ha arbitrariamente deciso che io, proprio io, mi nascondessi dietro un profilo fake che dava fastidio. Sono stato sottoposto ad un interrogatorio durato ore per dover dimostrare che fiumi e fiumi di post non li avevo confezionati io dietro mentite spoglie. La Gustizia farà il suo corso e prego DIO che il Procedimento NON venga archiviato. Intanto io quella DIGNITA’ E ONESTÀ a cui sono stato educato da un padre e una madre esemplari me le voglio riprendere il prima possibile. E lo farò da lunedì grazie all’aiuto di un pool di professionisti riconosciuti come tra i migliori in Italia nei rispettivi campi. Lo farò anche a costo di enormi sacrifici economici. VOGLIO CHE SI DIMOSTRI SCIENTIFICAMENTE E SENZA DUBBIO ALCUNO CHE IL SOTTOOSCRITTO NON USAVA UN PROFILO FAKE DELLA SIGNORA D’URSO. Non permetterò mai più che mi venga rubata la gioia di usare la parola per informare i lettori. Non permetterò MAI più di spegnere quel po’ di talento che ho. Non vi permetto di rubararmi l’onestà aurorale del mio entusiasmo. NON MI RUBERETE IL LAVORO . Chiedo a tutti voi, se vorrete, di abbracciarmi con la discrezione e l’affetto di sempre. E a quelli che stanno maldestramente tentando di uccidere la mia onestà…non chiedo nulla. Manco le scuse. Chiedo solo di provare un po’ di vergogna.Se ce la fanno! #mylife #nonhopauradellaverita #orabasta PS: POI DOPO MI OCCUPERÒ LEGALMENTE DI UNO SCEMO CON LA “SCE” MAIUSCOLA 😂😂😂…

A post shared by Alberto Dandolo (@alberto_dandolo) on

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA