Alberto Sordi ‘compie’ 100 anni, Paola Comin/ “Moglie e figli? Avrebbe voluto ma…”

- Davide Giancristofaro Alberti

Alberto Sordi è stato ricordato quest’oggi da ItaliaSì, in vista del suo 100esimo compleanno in programma il prossimo 15 giugno

comin 640x300
Paola Comin, ex capo ufficio stampa Sordi (Rai Uno)

Il prossimo 15 giugno l’immenso Alberto Sordi avrebbe dovuto compitere 100 anni. L’attore romano, fra i più noti e amati della storia del Belpaese, è stato ricordato quest’oggi in un ampio spazio dal programma ItaliaSì, di Rai Uno. Ospite Paola Comin, capo ufficio stampa di Sordi per dieci anni: “Quando ci siamo conosciuti non ci siamo più lasciati e siamo stati insieme 10 anni – ricorda – con lui ho iniziato un bellissimo percorso professionale e umano, e mi sento una privilegiata”. Si parla quindi della famosa villa di Sordi, la casa dove ha abitato per anni: “La casa era il suo regno – ha proseguito la Comin – c’era un silenzio totale, quando aveva bisogno di lavorare si ritirava e se il telefono squillava faceva dire che lui non c’era. Mi ha insegnato che non si dice mai di no, ma solo che non c’era”. A settembre sarà inaugurata la mostra dedicata al grande Sordi: “Un percorso stupendo in cui si imparerà a conoscere Alberto nel suo lato più intimo, aveva conservato tutto dai costumi, ai copioni, ai ricordi, c’è anche la parte sui cani che lui li amava, e ci sono già migliaia di prenotazioni per settembre”.

ALBERTO SORDI, PAOLA COMINI: “I GIOVANI STANNO DIMENTICANDO I GRANDI”

I giovani stanno purtroppo dimenticando Sordi: “I grandi come Sordi, Totò, Tognazzi – ricorda la Comin – non sono purtroppo conosciuti dai giovani ma andrebbero sempre ricordati. Prima di morire voleva insegnare la storia d’Italia nelle scuole, poi purtroppo si è ammalato…”. Si parla poi del fatto che Sordi non si è mai sposato: “Diceva sempre ‘Se le cose le faccio le voglio fare bene’. La recitazione è stata la sua vocazione, però diceva anche che se si fosse sposato avrebbe voluto essere un buon marito ma con le tentazioni sarebbe stato difficile. Avrebbe anche voluto dedicarsi bene a eventuali figli ma non aveva il tempo per farlo. Ha avuto tante donne e fidanzate, ha avuto una lunghissima relazione con Andreina Pagnani, lei aveva 15 anni in più di lui. Silvana mangano è stato invece il suo grande amore platonico”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA