Alda d’Eusanio “Cattiva informazione”/ Panicucci: “Non stiamo diffondendo paura!”

- Hedda Hopper

Alda D’Eusanio va all’attacco dell’informazione selvaggia e colpisce al cuore Federica Panicucci

alda deusanio mattino5
Alda d'Eusanio a Mattino5

Nel momento in cui abbiamo visto Alda d’Eusanio ospite a Mattino5 abbiamo capito subito che qualcosa sarebbe accaduto e così è stato. La conduttrice ospite per parlare del CoronaVirus si è trovata in mezzo ad una puntata in cui si cerca di dimenticare allarmismo e morti a favore della ripresa, ma se lei si dice d’accordo con il discorso di oggi non lo è altrettanto con quello che è successo nei giorni scorsi. In particolare, Alda d’Eusanio va all’attacco: “Io vado a cena fuori ovunque, anche a Milano perché io sto attenta a quello che dice la scienza e non al chiacchiericcio della cattiva informazione. Prima abbiamo fatto uscire i buoi dal recinto e poi cerchiamo di chiuderlo. E’ stato dato un eccesso di allarmismo e di informazioni, non sono io che ho detto che è un’influenza un po’ più grave del solito ma lo hanno detto i virologi e allora non si capisce perché non stare attenti ai medici ma a quello che dice il chiacchiericcio“. L’attacco è frontale e fa di tutta un’erba un fascio coinvolgendo anche Mattino5, per forza di cose: “Se il presidente Fontana si mette la mascherina dopo essere risultato negativo, inutile che poi voi continuate a dire che bisogna riaprire Milano che è una città sana se poi l’immagine è quella del presidente, diffondo paura e psicosi. Devo essere prudente ma non devo seminare terrore. I primi malati sono stati a Roma, nessuno ha chiuso la Regione Lazio. La prima guarita ha detto che si è curata con un Moment e che siamo tutti cretini. Abbiamo dato l’immagine di un Paese completamente contagiato“.

ALDA D’EUSANIO ALL’ATTACCO DI FEDERICA PANICUCCI?

A questo punto tocca a Federica Panicucci e i suoi ospiti di Mattino5 rispondere alle accuse della giornalista ed ex conduttrice e proprio la padrona di casa rilancia: “Non abbiamo detto che Milano non prende precauzioni ma questo non significa che la città si debba bloccare. Noi non stiamo diffondendo paura Alda mi dispiace, questo non te lo permetto“. Irene Pivetti lancia il messaggio che grida alla rinascita e alla positività pregando tutti di mettere da parte le polemiche e Cecchi Paone fa lo stesso diffondendo la padrona di casa: “Voglio lanciare messaggi equilibrati grazie a Federica Panicucci che me lo ha permesso e me lo permette. Il picco è stato raggiunto in Cina e presto lo farà anche in Italia, secondo gli esperti a marzo, e a Pasqua sarà tutto finito”. Le cose peggiorano nuovamente con l’intervento di Carmelo Abbate: “Non capisco i toni della signora D’Eusanio, è il momento dell’unità e non la capisco. Da cittadino italiano pretendo unità e della sobrietà, vorrei ricordare a tutti che fino a 15 giorni fa nemmeno lo conoscevamo questo virus“. Ma la conduttrice in collegamento da Roma ribadisce il suo pensiero: “Il buon senso deve scattare prima, la diffusione delle notizie ha portato un grosso danno. Dobbiamo fare autocritica e ripartire, si continua a sbagliare tutto qua. La corretta informazione che state facendo adesso, dovevate farla prima“. A questo punto la Panicucci risponde a tono: “Stai parlando di noi? Ci sentiamo protetti, noi vogliamo essere rassicurati, bisogna evitare le polemiche Alda e guardare avanti, non mi piace questa polemica nel rispetto degli italiani”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA