Aldo, fratello di Patrizia Pellegrino/ Morto per un’overdose

- Ilaria Macchi

Nella Casa del “Grande Fratello Vip” Patrizia Pellegrino ha parlato del dolore provato per la scomparsa del fratello Aldo, morto a causa di un’overdose di droga.

Patrizia Pellegrino Rai
Patrizia Pellegrino Rai

Pur cercando di preservare il più possibile la sua vita privata dal riflettori, Patrizia Pellegrino ha sempre cercato di avere un rapprto il più possibile trasparente con i suoi fan. Nonostante in Tv lei cerchi di apparire sorridente, lei infatti nasconde un passato piuttosto difficile, che l’ha segnata profondamente.

Oltre a due matrimoni finiti male, infatti, l’attrice ha vissuto uno dei dolori più grandi per una donna, la perdita di una bambino a pochi giorni di vita, oltre a una malattia genetica riscontrata alla sua bambina. Non solo, recentemente la napoletana ha subito anche un intervento d’urgenza a causa di un tumore. L’artista non ha inoltre accettato del tutto la perdita prematura di suo fratello Aldo, a cui era particolarmente legata.

Patrizia Pellegrino e il dolore per il fratello Aldo

Nel corso della sua breve esperienza al “Grande Fratello VipPatrizia Pellegrino, al pari di altri concorrenti, ha tracciato la “linea della vita“, un momento in cui i gieffini hanno la possibilità di rievocare i momenti più importanti della sua vita. Questa è un’occasione per ricordare sia le fasi più felici sia quelle che l’hanno segnata profondamente perché particolarmente dolorose.

Impossibile per lei dimenticare il senso di impotenza provato al momento della morte di suo fratello Aldo, scomparso a soli 39 anni per overdose. Il ragazzo era diventato dipendente dalla droga, problema con cui ha convissuto per anni nonostante il sostegno della famiglia fino ad arrivare al tragico epilogo. L’attrice ritiene che tutto sia avvenuto a causa di persone che hanno avuto una brutta influenza su di lui: “Lui si è drogato per vent’anni, è morto che ne aveva solo 29 – ha raccontato –. Insieme abbiamo vinto tante battaglie, ma non siamo riusciti a superare la guerra”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA