ALESSANDRA MUSSOLINI/ “Quando perdono la testa io sbrocco” (Live Non è la D’Urso)

- Morgan K. Barraco

Alessandra Mussolini a Live Non è la D’Urso: pronta ad affrontare le 5 sfere. Ci sarà Alba Parietti? In passato si sono scontrate in tv. Poi ha fatto discutere con le sue prese di posizione

alessandra mussolini 2019 tv 640x300
Alessandra Mussolini

Alessandra Mussolini ospite dalla D’Urso spiega i continui diverbi con Vladimir Luxuria: “Barbara, quando perdono la testa e mi insultano io sbrocco. C’è del pregiudizio nei miei confronti, allora lo uso anche io”. L’europarlamentare è protagonista di una piccola gaffe, prima del confronto con le cinque sfere, con il suo abito che sembra spostarsi un po’ troppo durante la pace con Vittorio Sgarbi. Una pace che è stata sancita definitivamente con un bacio che ha messo fine alle numerose liti del passato. Durante Live Non è la D’Urso, Vittorio Sgarbi ruba un po’ la scena ad Alessandra Mussolini, che a sua volta dribbla abilmente le domande di Caterina Collovati; l’opinionista si aspettava un intervento da parte della Mussolini nella lite con Vittorio Sgarbi: “Io gli do ragione – precisa la Mussolini – sono diventata cinica. Io penso che l’affetto sia solo chimica, in fin dei conti”. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Alessandra Mussolini si confronta a Live

Alessandra Mussolini si confronterà per la prima volta con gli sferati di Live – Non è la d’Urso, oggi, domenica 6 ottobre 2019. Non ha bisogno di presentazioni, del resto negli anni ha catturato diverse volte l’attenzione pubblica anche per via del suo temperamento irruente. Sono di sicuro tanti quelli che nel tempo hanno dovuto fare i conti con le sue parole al vetriolo, dalle tirate d’orecchie bonarie fino a degli scontri verbali a colpi d’insulti. Chi ci sarà all’interno delle famigerate sfere? Sono tanti i personaggi che potrebbero prendere posto nel salotto di Barbarella. Potrebbe esserci Alba Parietti, che ha annunciato un confronto con Giorgia Meloni. Ma la Mussolini in passato ha avuto uno scontro con Alba Parietti. Era l’11 ottobre 2018 e si parlava di immigrazione e sicurezza. Ne nacque un battibecco ai limiti della tolleranza decibel (clicca qui per il video). E potrebbe finire nel mirino per le sue prese di posizione politiche, in tema di immigrazione, ma anche riguardo la sua famiglia. Di certo Jim Carrey non sarà fra i presenti. Indimenticabile quel “bastardo”, che la politica ha diretto al noto attore solo per non averle risposto sui social, per via di un disegno su piazzale Loreto. La nipote del Duce, mesi fa, si è così infuriata da inveire anche contro l’opinionista Evan o’Connel, ricorda Agi, e i suoi cinguettii sono diventati subito virali. Silenzio assoluto invece da parte del comico canadese, che ha preferito darle la sua risposta grazie a Variety. “Non avevo nemmeno idea che lei esistesse”, ha detto a Mark Malkin, lanciandosi poi in un consiglio: “Se la vignetta ha dato così tanto fastidio alla Mussolini, visto che il nonno è mostrato appeso a testa in giù, avrebbe potuto girarla e fingere che saltasse di gioia”.

Alessandra Mussolini, Live – Non è la D’Urso: Irene Maiorino interpreta il suo ruolo

Alessandra Mussolini si prepara a sbarcare in una serie tv a Live – Non è la d’Urso, anche se in realtà non sarà davvero la politica a prendere parte di 1994 – L’anno Zero. Il suo personaggio infatti verrà interpretato da Irene Maiorino: chissà se anche questa volta avrà qualcosa da ridire? Attira e divide da tempo la nipote del Duce, che ha deciso di chiudere le porte dei social dopo aver annunciato a fine luglio l’apertura della Cripta di famiglia. In realtà dopo che Instagram ha deciso di bloccare il suo account per via di due foto legate allo striscione fascista srotolato in quei giorni a Milano. Anche se il silenzio riguarda le piattaforme online, lo stesso non si può dire di tutti i suoi interventi sul piccolo schermo. L’ultimo attacco lo ha destinato a Roberto Saviano, per via delle sue dichiarazioni su San Gennaro: “rischia che lo linciano se va a Napoli, deve scappare a vita”, ha detto la politica a Adnknronos. Parole tutto sommato soft per la Mussolini, che ne ha approfittato anche per etichettare lo scrittore come una persona mossa dal desiderio di essere protagonista.







© RIPRODUZIONE RISERVATA