Alessandra Mussolini vs Cina/ “Coronavirus modificato in laboratorio, è un’arma”

- Mauro Mantegazza

Alessandra Mussolini vs Cina: “Coronavirus modificato in laboratorio, è un’arma biologica di sterminio di massa”, durissimo attacco ai cinesi ma anche alla UE.

Mussolini Alessandra
Alessandra Mussolini (LaPresse)
Pubblicità

Alessandra Mussolini attacca senza mezzi termini la Cina per l’emergenza Coronavirus, esprimendo il pensiero di molti circa un virus creato in laboratorio, sebbene questa ipotesi sia stata ufficialmente smentita in modo autorevole.

Mussolini però non ci crede, si autodefinisce “complottista” e attacca senza mezzi termini: “Coronavirus è stato modificato in laboratorio, è un’arma biologica di sterminio di massa“, ha detto la nipote del Duce nel corso di un intervento a La Zanzara, trasmissione di Radio 24. “Non credo che sia una situazione normale – è l’opinione di Alessandra Mussolini -. Noi siamo in un assetto di guerra, non è mai successo”.

Riprendendo le parole della dottoressa Gismondo dell’ospedale Sacco di Milano, che non ha escluso un innesto dell’Hiv sul virus, Mussolini sostiene: “Su un virus, che è un virus naturale, loro lo potenziano, indebolendo l’ospite. Se tu ci infili dentro una proteina che ti attacca e ti indebolisce il sistema immunitario… Secondo me è stata creata un’arma biologica. Perché in Italia sono venuti i russi che sono specializzati nelle armi biologiche? C’è stata una manipolazione da parte dell’uomo”.

Pubblicità

ALESSANDRA MUSSOLINI: CORONAVIRUS ARMA BIOLOGICA DI STERMINIO DI MASSA

Alessandra Mussolini prosegue poi il proprio ragionamento: “Ci vogliamo interrogare per quale motivo siamo tutti in un assetto di guerra? E’ vero o no che a Wuhan c’è un enorme laboratorio di virologia, ed il medico che lo dirigeva è morto nel 2018? Questo virus è un’arma biologica di sterminio di massa”, è la tesi che contiene dunque una accusa alla Cina, dove il Coronavirus è nato.

Anche l’invio in Italia di medici cinesi di conseguenza assumerebbe un valore sinistro: “Perché sono venuti i medici cinesi? Perché ci vogliono dare una mano? No, perché vogliono vedere sul campo questo bel virus che hanno creato”.

Mussolini evidenzia anche il fatto che utilizzare i farmaci anti Hiv per un virus che causa problemi alle vie aeree non la convince neanche un po’ e sarebbe la dimostrazione che Coronavirus sarebbe stato modificato in laboratorio: “Perché, non ci sono gli esperimenti sui virus? Perché, non sono mai stati fatti? – si chiede retoricamente Alessandra Mussolini – Queste sono armi biologiche”.

Pubblicità

ALESSANDRA MUSSOLINI ATTACCA CINA E UNIONE EUROPEA

Sui motivi per cui la Cina avrebbe fatto tutto questo, Alessandra Mussolini è invece più cauta: “Dico solo che questo virus così anomalo che ci costringe a casa in uno stato di guerra non mi convince”. Nessun attacco invece al governo Conte, al quale Mussolini riconosce di dover affrontare un momento grave, “come se non peggio di un conflitto mondiale”.

Toni ben diversi invece verso l’Unione Europea: “Lasciamo la Germania con l’Unione Europea, tanto adesso che vantaggio hai? Ci stanno aiutando con cosa? Non ci sono aiuti. Addirittura si rubano le mascherine alla dogana. L’Unione Europea è morta con il Coronavirus. Cogliamo la palla al balzo per cambiare le regole e fare come cacchio ci pare”.

Nel mirino però c’è soprattutto la Cina, alla quale Alessandra Mussolini dedica la chiusura del suo durissimo intervento: “Andiamo a vedere perché sono morti i medici che non possono parlare. Vediamo quello che è successo a Wuhan nel laboratorio militare e perché vengono i medici cinesi a studiare. La Cina sa. La Cina dovrebbe dire quello che sa. Dobbiamo metterli in croce per sapere quello che è successo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità