Alessandro Florenzi alla Sampdoria?/ Possibile addio alla Roma: c’è anche l’Inter

Alessandro Florenzi-Sampdoria, Ranieri pensa all’esterno in uscita dalla Roma: il 28enne piace anche a Inter, Juventus, Fiorentina e Lione.

alessandro florenzi sampdoria
Alessandro Florenzi (Sky Sport)

Alessandro Florenzi-Sampdoria ma non solo: l’esterno in rottura con la Roma fa gola a diversi club. Eletto capitano dopo l’addio di Daniele De Rossi, il classe 1991 non sta trovando spazio alla corte di Paulo Fonseca: nonostante l’emergenza infortunati, il tecnico portoghese ha puntato su altri calciatori nell’ultimo periodo e l’esterno destro starebbe pensando all’addio. Secondo quanto riporta l’edizione odierna di Tuttosport, Florenzi è finito nel mirino della Sampdoria di Claudio Ranieri: l’ex allenatore giallorosso è un suo grande estimatore e vorrebbe puntare su di lui per centrare l’obiettivo salvezza. I blucerchiati non sono gli unici sulle tracce dell’ex Crotone: in base alle informazioni del quotidiano torinese, il centrocampista è finito nel mirino di Inter, Juventus e Fiorentina ma non mancano gli ostacoli; Conte preferirebbe Darmian, Sarri deve fare i conti con una rosa lunga e la Viola non può permettersi il suo lauto ingaggio. Infine, da non scartare l’ipotesi Lione: Rudi Garcia è pronto a lanciare l’assalto per portarlo in Ligue 1.

ALESSANDRO FLORENZI, ADDIO ALLA ROMA? FONSECA SMENTISCE

Utilizzato in 8 gare per un totale di 565’, Alessandro Florenzi non è considerato un titolarissimo da Paulo Fonseca per motivi di ruolo: il 28enne è considerato troppo offensivo per giocare da terzino destro, mentre come esterno alto l’ex Shakhtar preferisce Kluivert. Intervenuto a margine dell’Elite Cluc Coaches Forum di Nyon, l’allenatore portoghese ha gettato acqua sul fuoco: «Non esiste nessun caso Florenzi, è tutto normale. Mancini ha detto che è fondamentale per l’Italia? Sono opinioni: per me Florenzi è molto importante e in questo momento resta un’opzione, ma ribadisco che non c’è nessun problema». Intervistato da TMW Radio, l’ex giallorosso De Sisti ha commentato: «Ha avuto qualche piccolo problema che si è ripetuto nel tempo. Non è nel ruolo difensivo una prima scelta. Gli viene preferito Spinazzola. Ora però è stato convocato da Mancini. Forse c’è qualcosa che non conosciamo. Un giocatore del suo livello può fare anche il centrocampista difensivo. Non credo che il tecnico lo veda bene ora».



© RIPRODUZIONE RISERVATA