Alex Baroni, 19 anni fa la morte/ Il ricordo di Eros Ramazzotti: “Ciao fratellino”

- Davide Giancristofaro Alberti

Alex Baroni, 19 anni fa la morte e in molti lo stanno ricordando quest’oggi sui social, a cominciare dai numerosi post su Twitter: ecco i più significativi

Alex Baroni lapresse 2020 640x300
Alex Baroni, morto nel 2002 (Foto LaPresse)

Anche Eros Ramazzotti ha voluto rendere omaggio alla figura di Alex Baroni, cantante venuto tragicamente a mancare diciannove anni fa in un incidente stradale a Roma. Ramazzotti, mediante il suo profilo Instagram, ha postato una storia nella quale ha utilizzato una foto del cantante scomparso, accompagnata dalla didascalia “Ciao fratellino”, a sua volta corredata da un cuore rosso che fa ben comprendere quanto sia forte il sentimento di mancanza generato dalla dipartita dell’artista e quanto fosse forte la loro amicizia.

Non scordiamoci infatti che Eros Ramazzotti duettò con lo stesso Alex Baroni nel brano “Non dimenticare Disneyland”, inserito nell’album Fuorimetrica del 1994, prodotto proprio dall’ex dolce metà di Michelle Hunziker. Eros Ramazzotti dunque credeva molto nel talento di Baroni (come dargli torto) e la loro collaborazione artistica si era trasformata con il tempo in qualcosa di più, in un sentimento superiore che valica qualsiasi logica lavorativa e professionale e che si riflette nella quotidianità e nella presenza reciproca nelle rispettive vite: l’amicizia, quella vera. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

ALEX BARONI, IL RICORDO SUI SOCIAL

Sono tanti coloro che hanno voluto ricordare quest’oggi il grande Alex Baroni, scomparso esattamente 19 anni fa a seguito di un tragico incidente stradale. Su Twitter, ad esempio, numerosi i post dedicati al cantautore meneghino che oggi avrebbe 55 anni: “Aveva una voce unica – scrive il giornalista Andrea Conti – potente e soul e un passo avanti agli altri. #AlexBaroni si spegneva il 13 aprile 2002 e mai nessuno come lui. Inimitabile”. Così invece il profilo di Rai Radio 2: “’Ti nasconderai dentro i sogni miei | ma io non dormirò: mi dovrà passare’. Il #13aprile di 19 anni fa ci lasciava, troppo presto, #AlexBaroni”. Mauro Marino, disk jockey radiofonico, pubblica invece un bel primo piano di Alex Maroni con annessa la didascalia: “19 anni fa”. Al coro si aggiunge Fabio Martini, conduttore ed editore di Rtr99: “E’ passato tempo. Era il 13/4/02 il giorno in cui se ne andò una grande voce della nostra musica. Non amo dimenticare, amo ricordare. Ancora oggi bellissime tutte le canzoni di #AlexBaroni Nel 1997 l’esordio al #festival di #Sanremo con “Cambiare” brano bellissimo”. Infine il pensiero di un utente: “19 anni dalla tua scomparsa. Ricordo ancora con affetto e gioia la nostra chiacchierata a Roma, in quel Ricordi MediaStore che oggi non esiste più. Parlammo della tua voce, dei tuoi progetti e di Whitney. Immagino i vostri duetti lassù. Unforgettable”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ALEX BARONI, 19 ANNI DALLA SUA MORTE, NEL 2002 CI LASCIAVA UNA DELLE VOCI PIÙ BELLE

Moriva esattamente 19 anni fa Alex Baroni, indimenticabile cantautore, scomparso a seguito di un tragico incidente stradale. All’anagrafe Alessandro Guido Baroni, il musicista nasceva a Milano il 22 dicembre del 1966, e inizialmente era stata la chimica il suo primo amore. Si era infatti laureato presso l’università degli Studi meneghina, e dopo il riconoscimento aveva alternato la sua carriera da docente di chimica in alcuni istituti superiori sia privati che pubblici, a quella appunto da cantante. Le sue prime esibizioni avvennero però qualche anno prima, precisamente negli anni novanta, come corista per vari artisti già all’epoca famosi come ad esempio Eros Ramazzotti, Ivana Spagna, Francesco Baccini e Rossana Casale. Nel frattempo Alex Baroni aveva formato assieme all’amico Andrea Zuppin un duo, i Metrica, e risale al 1994 il loro primo album in studio dal titolo Fuorimetrica. Il grande pubblico inizia però a conoscerlo nel 1997, quando si esibì al Festival di Sanremo di quell’anno nella categoria giovani, ottenendo il successo con uno dei suoi brani più iconici, leggasi “Cambiare”, brano che tra l’altro gli permise di ottenere il prestigioso premio di miglior voce della kermesse dell’Ariston.

ALEX BARONI MORIVA 19 ANNI FA: LA RELAZIONE CON GIORGIA E “GOCCE DI MEMORIA”

Sempre nello stesso anno uscì il suo primo album dal titolo semplicemente “Alex Baroni”, poi l’anno successivo partecipò nuovamente al Festival ma nella categoria big con “Sei tu o lei (Quello che voglio)”. Lo stesso nome prenderà poi il successivo album che conterrà altre due perle di Baroni, leggasi “Onde” e “Dimmi che ci sei”. La voce di Alex Baroni ma ovviamente non solo quello, fece innamorare la cantante Giorgia: i due stettero insieme per cinque anni, dal ’97 al 2002, e a Baroni l’immensa cantautrice ha dedicato dopo la morte “Gocce di memoria”. Il 19 marzo del 2002, poco tempo dopo la fine della relazione con l’artista romana, fu vittima di un incidente stradale in moto nella capitale, che lo fece andare in coma per 25 giorni, fino a che, la mattina del 13 aprile 2002, morì: aveva soli 35 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA