Allarme coronavirus nel Pescara/ 8 positivi, stop dell’Asl: Entella rinviata al 27-4

- Michela Colombo

Emergenza coronavirus nel Pescara: sono otto gli elementi trovati positivi. L’Asl locale blocca tutte le attività dei delfini fino al 26 aprile: Entella spostata al 27-04.

Pescara
Emergenza coronavirus nel Pescara (LaPresse)

ALLARME CORONAVIRUS NEL PESCARA: 8 POSITIVI

E’ emergenza coronavirus in casa Pescara: dopo la scoperta della positività al covid 19 di ben 8 elementi nel club abruzzese (di cui 7 giocatori e un componente dello staff), l’ASL locale ha decretato lo scoppio di un focolaio all’interno dello spogliatoio del delfini, imponendo dunque lo stop delle attività fino al prossimo 26 aprile. Niente allenamenti e dunque nessuna partita per la squadra di  che pure solo domani pomeriggio alle ore 15.00 avrebbe dovuto disputare, per la 34^ giornata del campionato di Serie B, la sfida contro l’Entella. Giusto pochi minuti fa la Lega B ha poi ufficializzato il rinvio del match con la squadra ligure al 27 aprile (in orari ancora da stabilire), appena un giorno dopo il termine del periodo di isolamento imposto dall’azienda sanitaria locale ai delfini. Pure va detto che la data di stop alle attività fissata dall’ASL di Pescara fino al 26 aprile per i delfini pone diversi interrogativi riguardanti la programmazione del finale di stagione, pressanti e di difficile risposta,  per il club come pure per la federazione.

FOCOLAIO COVID PESCARA: SALTANO 3 INCONTRI E IL CALENDARIO…

Lo stop imposto dall’ASL di Pescara alle attività del Pescara, dopo l’accertamento di un focolaio covid all’interno dello spogliatoio, fissato fino al 26  aprile, costringe i delfini non solo a saltare l’impegno di domani con l’Entella (rinviato al 27-04), ma altre due sfide, contro Cosenza e Reggiana, previste rispettivamente il 20 e 24 aprile. Ricordiamo poi che la squadra di Grassadonia è al momento solo penultima nella classifica di Serie B e dunque impegnata in una strenua lotta per la salvezza: capiamo dunque subito che il contesto è ben complicato e che pare quasi difficile programmare ora dei recuperi. Il calendario è saturo di impegni e sarà complicato smaltire queste tre gare, prima delle ultime due giornate di campionato (che devono essere giocate con tutte le squadre in pari con le partite) : non è da escludere dunque che la Lega sia obbligata a prevedere uno slittamento del finale di stagione del campionato 2020-21, con tutti i contorni (e le polemiche) del caso. Anzi in tal senso va aggiunto che l’Ascoli, attraverso il suo patron Massimo Pulcinelli, sulle colonne di Picenotime.it, ha già chiesto lo stop al campionato, per preservare la regolarità della stagione.  La Lega nel frattempo ancora non ha espresso una posizione in merito a questa problematica, ma potrebbero esserci novità importanti anche nelle prossime ore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA