Allerta meteo arancione Lombardia 28 luglio/ Fontana chiede stato d’emergenza

- Alessandro Nidi

Allerta meteo arancione Lombardia per oggi, 28 luglio: rischio idrogeologico alto, previsti anche forti temporali (allarme giallo)

maltempo lombardia 2021 1 640x300
Maltempo in Lombardia, luglio 2021

Nuova allerta meteo in Lombardia per la giornata di oggi, mercoledì 28 luglio, con il rischio idrogeologico di color arancione e tonalità cromatica gialla per il rischio temporali forti e il rischio idraulico. È quanto comunicato dalla Protezione Civile nel primo pomeriggio odierno, secondo cui sono previste condizioni instabili nelle ore pomeridiane, associate ad un flusso umido sudoccidentale con precipitazioni anche a carattere di rovescio e temporale, sulla fascia prealpina e parte della pianura. Esse saranno generalmente sparse e da deboli a moderate, con maggior probabilità di fenomeni organizzati sulla fascia della pianura orientale, dove non sono esclusi isolati forti temporali.

Tra tardo pomeriggio e sera, fenomeni in attenuazione ed esaurimento ovunque. Inoltre, per la giornata di domani, giovedì 29 luglio, progressiva risalita del geopotenziale e condizioni più stabili ovunque, con precipitazioni assenti, salvo che nelle ore più calde della giornata, quando saranno possibili isolati rovesci o locali temporali sui rilievi prealpini centro orientali.

ALLERTA METEO ARANCIONE LOMBARDIA: PREVISIONI VENERDÌ 30 LUGLIO E LA RICHIESTA DI FONTANA

La Protezione Civile, nel bollettino d’allerta meteo per la Lombardia, ha annunciato anche la tendenza per venerdì 30 luglio, quando si prevedono dalla mattinata condizioni via via più instabili, associate ad un flusso umido occidentale, pilotato da una ampia area depressionaria in approfondimento sull’Europa occidentale.

Intanto, si contano ancora i danni provocati dal maltempo nelle scorse ore in numerose aree del territorio lombardo, tanto che il presidente della Regione, Attilio Fontana, ha effettuato una comunicazione ufficiale durante il suo sopralluogo odierno a Blevio, una delle località della provincia di Como maggiormente colpite dalle bizze di un clima tutt’altro che tipicamente estivo. Queste sono state le parole del governatore, raccolte dall’agenzia di stampa nazionale Lapresse: “La Regione Lombardia ha deciso di formalizzare la richiesta dello stato di emergenza per le province di Como, Varese, Lecco, Sondrio, Cremona e Mantova”. Nelle prossime settimane si conoscerà l’esito di tale istanza, di cui Fontana ha ribadito a chiare lettere la necessità, considerati gli ingenti danni rilevati nelle aree territoriali più flagellate.



© RIPRODUZIONE RISERVATA