Allerta meteo rossa Veneto: crolla ponte Bellunese/ Video maltempo: Panaro esondato

- Niccolò Magnani

Allerta meteo rossa in mezza Italia: video e allagamenti, caos in Veneto, Emilia Romagna e Bolzano. Panaro esondato nel Modenese, crolla ponte nel Bellunese: allarme valanghe

Vigili del Fuoco Veneto
Maltempo in Veneto, l'intervento dei Vigili del Fuoco (Twitter, 2020)

Una domenica senza pace per il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, parte dell’Emilia Romagna e la Provincia autonoma di Bolzano: l’allerta meteo rossa sta rendendo alquanto difficiltosa la circolazione, con ponti crollati (nel Bellunese), fiumi esondati (il Panaro), nevicate fitte che impongono chiusura di autostrade (A22) e linee ferroviarie (sul Brennero). La Protezione Civile assieme ai Vigili del Fuoco è impegnata da ore a soccorrere la popolazione rimasta colpita da allagamenti e straripamenti, a cominciare dalla provincia di Modena: è in atto l’evacuazione di abitanti nella zona tra Gaggio e Nonantola, nel modenese, dopo l’esondazione del fiume Panaro (l’ultimo affluente a destra del Po, a sua volta salito di oltre 2,5 metri solo nelle ultime 24 ore). È in atto per tutta la giornata di oggi domenica 6 dicembre l’allerta rossa della Protezione Civile su settori Veneto, Friuli Venezia Giulia, Bolzano, mentre è arancione per bacini di Friuli Venezia Giulia e gran parte di Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, sulla Provincia Autonoma di Trento, in Umbria, Abruzzo, Campania, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia. Per le restanti regioni è invece in corso l’allerta gialla, con comunque difficoltà di movimento e strade allagate nella gran parte del Centro-Nord.

ALLARME MALTEMPO NEL BELLUNESE: PONTE CROLLATO

Da Modena a Belluno, stamattina il maltempo si è abbattuto con forza a Rent a Gosaldo, dove è crollato un ponte mentre era in corso un intervento dei Vigili del Fuoco: il loro camion è precipitato nel torrente ma per fortuna i tre volontari a bordo sono riusciti a scendere dal veicolo prima che il ponte cedesse. «Quella appena trascorsa è stata una notte particolarmente difficile per il sistema di Protezione civile regionale del Veneto a causa del maltempo nel Bellunese: il Meschio è esondato a Cordignano creando numerosi allagamenti, ed è in corso l’evacuazione dei 76 ospiti della casa di riposo del Comune di Alpago», spiega la Protezione Civile provinciale, annunciando poi come nell’alto Bellunese (e in generale sulle Dolomiti) il rischio valanghe resta un’altra allerta attiva e molto seria. Per motivi di sicurezza è stata infine interrotta la ferrovia del Brennero – tra Bolzano e confine con l’Austria – così come è avvenuto con la Autostrada A22 in direzione nord tra Vipiteno e Brennero. Al momento dunque l’Austria non è raggiungibile tramite il valico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA