Alto Adige, valanga a Martello/ Video, maltempo e neve: stato di pre-allarme

- Davide Giancristofaro Alberti

Alto Adige, valanga a Martello: video. Abbondanti nevicate in Trentino, l’ultimo bollettino della protezione civile: allerta arancione

Neve e gelo
Neve e freddo polare sulle strade (LaPresse)

Continua la situazione di pesante maltempo in Alto Adige, dove le abbondanti nevicate hanno provocato anche una valanga in quel di Martello. Il video, che potete trovare più in basso, sta facendo il giro del web, e mostra un’impressionante massa gelata di neve, acqua e detriti, che si intrufola appunto nel paese altoatesino, travolgendo tutto ciò che incontra. Fortunatamente non si sono verificati dei feriti, ma la situazione meteo in quella zona d’Italia resta in allerta. L’ultimo bolettino emesso dalla protezione civile parla di stato di pre-allarme (allerta arancione) fino alle ore 12:00 di domani, lunedì 18 novembre. Nelle ultime 24 ore sono stati centinaia gli interventi da parte dei vigili del fuoco, e nel contempo moltissimi i disagi legati alla mancanza di corrente elettrica, dopo che una serie di alberi si sono abbattuti sui cavi dell’alta tensione. Da segnalare anche un palo caduto sul’autostrada, nonché sulla linea ferroviaria e sulla strada statale del Brennero. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ALTO ADIGE, NEVE E MALTEMPO: 6500 UTENZE SENZA CORRENTE

E’ in ginocchio l’Alto Adige, a causa di una bufera di neve che si è abbattuta da ieri sera in altura, e che ha creato non pochi disagi, a cominciare dalla valanga segnalata dai colleghi di Fanpage, che si è abbattuta stamane, alle ore 8:50, in val Martello. Pare che la slavina abbia solamente sfiorato le abitazioni, anche se si attendono notizie più certe in merito a eventuali feriti o persone coinvolte. La zona è rimasta completamente isolata, e sono in corso verifiche per accertare la presenza di eventuali dispersi. Pochi minuti dopo un’altra slavina, sempre come comunicato da Fanpage, che ha colpito la strada che risale la valle, anch’essa inagibile. Chiuse altre 30 strade fra statali e provinciali, nonché tutte le strade secondarie di montagna. Continuano intanto i blackout elettrici, con ben 6500 utenze senza energia, che si aggiungono alle più di 60mila che sono state colpite nella serata di ieri. Situazioni di criticità anche per Tim, causate sempre dalla neve, con problemi sia alla rete fissa quanto a quella mobile. Oltre i 2000 metri sono caduti fra i 120 e i 150 cm di neve. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ALTO ADIGE, ALLERTA GIALLA PER LA GIORNATA DI OGGI

Continua l’ondata di maltempo in Trentino Alto Adige, che nelle ultime 48 ore ha creato diversi disagi a causa della neve abbondante, e delle conseguenti frane/slavine. Stando al bollettino diramato dalla protezione civile, come riferisce il quotidiano L’Adige, nella giornata di oggi è previsto un’allerta di colore gialla, con una situazione in evoluzione che andrà costantemente monitorata, anche perché nelle giornate di lunedì e martedì è prevista ancora tanta pioggia e tanta neve. Stando a quanto scrive Giacomo Poletti, appassionato di meteorologia nonché collaboratore dello stesso quotidiano: “Per domenica è prevista pioggia, con quota neve alta, il “grosso” durerà fino al primo pomeriggio di domani, smetterà del tutto entro sera”. Oltre alla pioggia e alla neve, previsto anche forte vento fino al pomeriggio di oggi, con raffiche comprese fra i 70 e gli 80 chilometri orari. Uno scirocco che innalzerà le temperature e che porterà la quota neve a 1000/1200 metri, ma con il conseguente rischio di slavine, così come già accaduto negli scorsi giorni. Per quanto riguarda la pioggia, sempre Poletti specifica che dovrebbero caderne circa 100 millimetri in 24 ore su Primiero e Valsugana. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ALTO ADIGE, NEVE E ALLERTA ROSSA: BLACKOUT PER 12MILA

Situazione di enorme disagio in Alto Adige a causa delle neve caduta copiosa nella ultime 48 ore. Come riferito dall’edizione online de La Gazzetta dello Sport, la ferrovia del Brennero è stata interrata a Bolzano a causa di una frana caduta sui binari, mentre sono circa 12mila le persone senza corrente elettrica, la maggior parte delle quali concentrate nella zona di Castelrotto. Oltre i duemila metri la neve ha raggiunto anche i 150 centimetri di altezza, e ovunque è elevato il rischio delle slavine. Al momento la situazione è data in via di miglioramento a fondovalle, ma sulle montagne e nella provincia a nord sta ancora nevicando, con ben 50 centimetri di coltre fresca caduta attorno ai 1000 metri di altitudine. La linea ferroviaria rimarrà interrotta fino alle ore 14:00 di oggi, quando la situazione, almeno dal punto di vista del trasporto su rotaie, dovrebbe tornare definitivamente alla normalità. Nella serata di ieri una frana di fango e alberi si è abbattuta a circa 500 metri dalla stazione di Bolzano, nella zona del Virgolo, provocando appunto l’interruzione. Ancora irraggiungibili la Val Badia, la Val Senales, la Val Martello, la Valle dei Molini e la Val di Riva, mentre a Lasa, in Val Venosta, l’acqua potabile viene portata dalle autobotti. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ALTO ADIGE, NEVE E FORTI DISAGI IN NUMEROSE ZONE

Pesante ondata di maltempo da giorni in Alto Adige. La prima nevicata copiosa dell’anno si sta facendo sentire, ed ha provocato numerosi disagi a migliaia di persone. Come riferisce l’edizione online de Il Post, nella giornata di ieri la “bianca” è caduta anche a quota piuttosto basse, mentre in quei paesi attorno ai duemila metri di altitudine sono caduti più di un metro di neve, precisamente fra i 120 e 150 centimetri di accumuli. A causa di questa pesante nevicata, diverse valli sono rimaste isolate, tenendo conto dell’impraticabilità delle strade e delle ferrovie della zona. E per le prossime ore la situazione non sembra destinata a migliorare, visto che stamane, il meteorologo della provincia di Bolzano Dieter Peterlin, ha pubblicato un breve post sul proprio Twitter, in cui ha fatto sapere che «non ci sono buone notizie», visto che per domani sono ancora previste piogge e abbondanti nevicate, con l’allerta meteo diramata di colore rosso.

ALTO ADIGE: 60MILA PERSONE SENZA CORRENTE

Stando a quanto riferito dall’agenzia Ansa nelle scorse ore, la Val Badia, la Val Senales, la Valle dei Molini e la Val di Tures, tutte a nord del Trentino, sono completamente isolate, e secondo La Stampa anche la Val Gardena, la Val d’Ega e la Val Martello, sarebbero al momento irraggiungibili, a causa delle strade principali e secondarie impercorribili. In totale sarebbero ben 70 le strade interdette al traffico a causa della neve, come riferito dal Telegiornale regionale Rai di Bolzano. Una nevicata importante che ha provocato negli scorsi giorni anche numerosi blackout, per un totale di 60mila persone rimaste senza elettricità con tutto ciò che ne consegue. Brunico ad esempio, fra le mete dell’Alto Adige più rinomate e frequentate dai turisti, è rimasta per ben due giorni senza corrente elettrica, con la luce che è tornata solamente giovedì sera. La situazione rimane incerta visto che un albero, a causa delle neve, è caduto sulla linea dell’alta tensione. Di seguito il video della valanga di Martello

IL VIDEO DELLA VALANGA



© RIPRODUZIONE RISERVATA