Ambra Sabatini, chi è?/ Medaglia d’oro Paralimpiadi fidanzata con Alessandro Galatolo

- Alessandro Nidi

Ambra Sabatini: ecco chi è la campionessa paralimpica dei 100 metri T63, che con Martina Caironi e Monica Graziana Contrafatto ha centrato una strepitosa tripletta per l’Italia

Ambra Sabatini 640x300
Ambra Sabatini, oro alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 (foto: Instagram)

Ambra Sabatini ha conquistato la medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 nella finale dei 100 metri femminili, categoria T63 (atleti che competono con protesi a un arto). La diciannovenne originaria di Livorno e residente a Porto Ercole (Grosseto) ha realizzato il record del mondo, percorrendo la distanza in 14″11 e dando il via a una strepitosa tripletta azzurra, destinata a restare negli annali della kermesse; alle sue spalle, infatti, si sono piazzate la 31enne Martina Caironi (14″46) e la 40enne Monica Graziana Contrafatto (14″73).

“Vincere è bellissimo. Però il podio a tre… Era proprio quello che sognavamo!”, ha commentato la giovane Ambra, dopo il titolo paralimpico conquistato. La sua storia è quella di una guerriera capace di reagire con forza al destino. La vita di questa classe 2002 è cambiata improvvisamente il 5 giugno 2019, quando, mentre si recava in scooter insieme a suo papà agli allenamenti di atletica, un’auto proveniente dal senso opposto ha invaso la loro corsia mentre operava un sorpasso, colpendoli e sbalzandoli dalla moto. La ragazza fu trasportata immediatamente presso l’ospedale “Careggi” di Firenze, dove subì l’amputazione della gamba sinistra sopra al ginocchio. Sin dai primi momenti dopo l’operazione, però, nella testa di Ambra una cosa è sempre stata chiara: il suo sogno di gareggiare non si sarebbe infranto così.

AMBRA SABATINI E IL FIDANZATO, ALESSANDRO GALATOLO

Lei stessa ha ammesso che non vedeva l’ora di riprendere ad allenarsi. D’altro canto, lo sport ha sempre permeato la sua esistenza: in età giovanissima ha praticato volley e pattinaggio, poi, in un secondo momento, si è specializzata nel mezzofondo. A seguito dell’amputazione e prima di avere la sua protesi si è dedicata al nuoto e al ciclismo. Da quel momento, ha cullato il sogno di una medaglia paralimpica e a Tokyo si è presentata da sola, senza la sua famiglia e il suo preparatore e mentore Jacopo Boscarini.

Ambra Sabatini, oggi, ha corso per vincere e ha coronato uno dei suoi sogni più grandi, dimostrando a tutti noi che non è mai veramente finita, fino a quando non ci mettiamo in gioco con tutti noi stessi. Curiosità: a livello sentimentale, l’azzurra è felicemente fidanzata da un anno con un altro atleta, Alessandro Galatolo. Della loro vita di coppia non si conoscono particolari dettagli, se si esclude qualche selfie dolce che campeggia sui social media e che li ritrae insieme.



© RIPRODUZIONE RISERVATA