ANCONA, IMPRENDITORE SCOMPARSO/ Giallo risolto: una fuga volontaria, ecco perchè

- Davide Giancristofaro Alberti

Risolto il giallo dell’imprenditore scomparso ad Ancona: si era allontanato volontariamente

Imprenditore di Ancona
Imprenditore di Ancona (Rai)

Risolto il giallo di Gianpaolo Bertuzzi, l’imprenditore scomparso da Ancona lo scorso 31 maggio. L’uomo, come spiegato da La Vita in Diretta, è stato ritrovato in vita in quel di Chieti in Abruzzo, dopo che si era allontanato volontariamente. Come spiegato dall’inviato del programma di Rai Uno, l’uomo aveva deciso di andarsene dopo aver scoperto di avere una grave malattia ai polmoni, e di conseguenza ha preferito isolarsi per non far passare dei giorni di tristezza ai propri famigliari. Bertuzzi non si è fatto aiutare da nessuno: ha lasciato la sua automobile presso il porto di Ancona, quindi con dei mezzi pubblici ha raggiunto Fano, dove aveva parcheggiato un camper che aveva acquistato all’insaputa di tutti. Da qui si è quindi spostato verso l’Abruzzo, per raggiungere il mare. Una volta individuato dalle forze dell’ordine ha esibito tranquillamente i propri documenti, e si è poi messo in contatto con i famigliari a cui ha spiegato tutta la verità. In studio a Storie Italiane anche un avvocato che ha spiegato che probabilmente l’uomo non rischia nulla, visto che non si possono non tenere in considerazione le motivazioni che l’hanno spinto ad isolarsi. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ANCONA, IMPRENDITORE SCOMPARSO

A La Vita in Diretta il caso di Gian Paolo Bertuzzi, l’imprenditore artigiano di 64 anni scomparso negli scorsi giorni dal porto di Ancona. Il suo pick up, una Nissan di colore verde, è stato rinvenuto con le portiere aperte, le chiavi inserite nel quadro, e una gomma forata. Le forze dell’ordine hanno poi ritrovato un oggetto inquietante, un coltello sporco di sangue trovato sotto i sedili posteriori. Cosa è successo a Bertuzzi? Del caso se ne sta occupando anche la trasmissione Chi l’ha Visto? di Rai Tre, ma al momento si brancola nel buio e nessuno sa dare una risposta a questo enigma. L’uomo era scomparso lo scorso 31 maggio, esattamente una settimana fa, da Settima, in provincia di Piacenza, e sarebbe dovuto tornare a casa dopo il lavoro in un’azienda del piacentino, ma nessuno l’ha più visto e lo scomparso non ha neanche risposto alle chiamate dei famigliari.

ANCONA, IMPRENDITORE SCOMPARSO

La squadra mobile e la polizia scientifica hanno fatto scattare le ricerche una volta che è stata trovata la sua auto, e anche i sommozzatori sono entrati in azione per perlustrare la zona d’acqua di fronte alla zona dove è stata ritrovata l’auto, ma di Bertuzzi non vi è traccia. L’imprenditore, al momento della scomparsa, indossava una maglia blu, un pantalone grigio da lavoro e della scarpe antinfortunistiche, e la mattina del 31 maggio aveva chiamato la moglie dicendole che avrebbe fatto tardi per via di alcune commissioni. Fino alle ore 13:00 è stato visto in vita, grazie all’avvistamento presso l’Ubi Banca di via Colombo, a Piacenza, da cui lo stesso 64enne avrebbe prelevato del denaro. Possibile che Bertuzzi abbia consegnato i soldi a qualcuno? O che forse si sia invischiato in qualche giro strano? O che magari qualcuno l’abbia visto e abbia tentato di rapinarlo? Non ricevendo notizie, il giorno dopo l’ultima chiamata la moglie ha sporto denuncia e di conseguenza sono scattate le ricerche delle forze dell’ordine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA