Andrea di Carlo, fidanzato Arisa, minaccia Giuseppe Candela?/ “Se parlo di lui..”

- Hedda Hopper

Il fidanzamento di Arisa Andrea Di Carlo avrebbe minacciato il giornalista Giuseppe Candela vietandogli di parlare ancora di lui sui social e sui giornali e minacciandolo in caso contrario

Andrea Di Carlo fidanzato Arisa

Andrea di Carlo, fidanzato Arisa, minaccia Giuseppe Candela? Scoppia la bomba sul manager e autore televisivo che avrebbe minacciato il giornalista reo di continuare a parlare di lui e del suo rapporto con la sua compagna e non solo. A far esplodere la bomba ci ha pensato proprio Giuseppe Candela (collaboratore di Dagospia ed FqMagazine) che proprio su Twitter ha avuto modo di raccontare a chi lo segue quello che è successo in queste ultime ore e, in particolare, ha spiegato di aver ricevuto dei messaggi minatori proprio da Di Carlo pronto a ‘mandare qualcuno sotto casa sua’ per metterlo a tacere. In particolare, si legge: “I fatti. Qualche giorno fa ho ricevuto una serie di messaggi dal manager televisivo Andrea Di Carlo. Messaggi contenenti insulti, offese e minacce ripetute”.

Andrea di Carlo, fidanzato Arisa, minaccia Giuseppe Candela?

Il racconto poi continua a Giuseppe Candela poi va oltre ammettendo di aver ricevuto minacce scritte e anche dalla diretta voce del compagno di Arisa che si direbbe pronto ad inviare sotto casa sua qualcuno che possa fargli cambiare idea: “Di Carlo mi ha fatto sapere, attraverso il testo e dalla sua viva voce, che se mi fossi occupato ancora di lui avrebbe mandato qualcuno sotto la mia abitazione per farmela pagare“. Ma cosa è successo di così grave da spingere Andrea di Carlo a questo tipo di reazione esagerata e minacciosa? Sembra che tutto sia nato per un indovinello, senza alcun riferimento, a firma di Candela per Dagospia nella sua rubrica A lume di Candela e a quel punto abbia iniziato a minacciare il giornalista: “Il manager si è inspiegabilmente riconosciuto in un indovinello pubblicato sul sito a mia firma. Indovinello che non presentava riferimenti diretti o indiretti alla sua persona. Insulti, offese e minacce.. Per questo motivo ho presentato denuncia alla Polizia di Stato.. La parola passa ora alla giustizia, nella quale confido senza alcun dubbio”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Candela (@giuscandela)







© RIPRODUZIONE RISERVATA