Angelica Gori lancia “Pasta Rossa”/ La figlia di Giorgio Gori e Cristina Parodi…

- Hedda Hopper

Angelica Gori lancia “Pasta Rossa”, la figlia di Giorgio Gori e Cristina Parodi è pronta a debuttare nel mondo della musica con il suo primo singolo

angelica gori instagram 640x300

Dopo il debutto di Jasmine Carrisi, figlia di Loredana Lecciso e di Al Bano, sembra che tocchi ad un’altra “figlia di..” affacciarsi al mondo della musica e, questa volta, si tratta di Angelica Gori. La figlia del sindaco Giorgio Gori e della giornalista e conduttrice Cristina Parodi, compie 24 anni nei prossimi giorni ma adesso festeggia l’uscita del suo nuovo singolo, Pasta Rossa. La giovane debutterà al fianco del suo compagno di liceo Alessandro Belotti con il quale ha fondato il due Chiamamifaro. Se vogliamo dirla tutta per lei non è la prima volta visto che già nel 2018, Angelica Gori, con il nome d’arte Gispia, ha pubblicato due singoli in inglese: “”Sketch” e “Feelin’ it” ma adesso in coppia sarà diverso e già il prossimo 23 luglio, a poche ore dal suo compleanno, potrà esibirsi alla rassegna “Cuori Impavidi” all’Idroscalo di Milano.

ANGELICA GORI DEBUTTA NEL MONDO DELLA MUSICA E…

Oggi è lei stessa ad annunciare l’uscita del suo singolo e, soprattutto, a raccontare il dietro le quinte della sua vita rispondendo ad una serie di domande de Il Fatto Quotidiano a cui racconta anche del sostegno che i suoi genitori continuano a darle: “Mamma e papà per il mio progetto musicale mi stanno vicini e non mancano di farmi sentire il loro appoggio. Naturalmente come tutti i genitori ci tengono affinché ci sia un piano B nella vita e quindi la prospettiva è l’iscrizione all’Università. Mi sembra anche un ragionamento logico da parte loro”. Il suo pezzo, Pasta Rossa, ha fatto commuovere qualcuno in famiglia e, in particolare, la sua mamma per via del testo della canzone che racconta delle cose importanti. Anche i suoi fratelli la appoggiano, e adesso Angelica Gori proverà a incidere un suo EP e poi sperare in Sanremo Giovani magari non quest’anno ma il prossimo di sicuro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA