ANGELO RIZZOLI EX MARITO ELEONORA GIORGI/ “Una storia romantica fra due sofferenti”

- Elisa Porcelluzzi

Fra i grandi amori di Eleonora Giorgi anche Angelo Rizzoli, ex compianto imprenditore dell’editoria: “Lui aveva 34 anni, io 24…”

eleonora giorgi
Eleonora Giorgi

Eleonora Giorgi ha parlato anche di uno dei suoi più grandi amori come Angelo Rizzoli, storico imprenditore. Rizzoli purtroppo morì giovane: “Fa impressione rivedere Angelo – racconta Eleonora Giorgi a Oggi è un altro giorno su Rai Uno, rivedendo le foto del suo ex marito – peccato se ne sia andato così presto, ho trovato una persona che mi ha amato, che mi ha guardato per quello che ero. Mi ha trovato durante il mio periodo della droga: mi ha detto che avrei dovuto risolvere, mi ha chiesto quanto ci impiegavo, e in un mese sono uscita da questa situazione e non sono mai più ricaduta. La nostra è stata una storia romantica, eravamo due persone sofferenti, lui 34 anni io 24 anni, queste due persone si sono innamorate ma non quelle gloriose, anche se lui adorava che fossi una star del cinema”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ANGELO RIZZOLI E MASSIMO CIAVARRO, EX MARITI ELEONORA GIORGI, E L’AMORE PER ANDREA DE CARLO…

Eleonora Giorgi sarà ospite di Serena Bortone nella puntata di oggi, martedì 24 novembre, di Oggi è un altro giorno in onda su Rai 1 dalle 14.00. La sua vita sentimentale è stata caratterizzata dai matrimoni con Angelo Rizzoli e Massimo Ciavarro, e dalla lunga relazione con lo scrittore Andrea De Carlo. Eleonora Giorgi ha sposato Angelo Rizzoli nel 1979. Nel 1980 è nato il figlio Andrea, ma nel 1984 Eleonora e Rizzoli hanno divorziato in seguito allo scandalo P2, a causa del quale l’editore venne arrestato. La Giorgi ha ricordato quel periodo con Peter Gomez in una puntata de “La confessione”: “Io ero nel pieno della mia carriera. Improvvisamente notai che tutto intorno a me era diverso, anche sul set. Mio marito  ridicolizzava  quell’elenco e negava completamente”. La vicenda giudiziaria del marito ha poi influito negativamente sulla carriera della Giorgi: “Mi hanno rimosso dal mio lavoro con il David in mano e un calcio nel sedere, con il quale mi hanno buttato nell’abisso. Solo perché ero la moglie di Angelo Rizzoli. Mi hanno trattato come se fossi stata la moglie di un gerarca fascista”, ha raccontato a I Lunatici.

ELEONORA GIORGI: IL SECONDO MATRIMONIO CON MASSIMO CIAVARRO

Dopo la separazione da Angelo Rizzoli, Eleonora Giorgi inizia una relazione con Massimo Ciavarro, incontrato sul set di “Sapore di mare 2 – Un anno dopo” nel 1983 (all’epoca la Giorgi era ancora legata all’editore, da cui divorzia ufficialmente nel 1988). Nel 1991 diventano genitori di Paolo e nel 1993 si sposano, per poi divorziare nel 1996. “È stata mia moglie per 12 anni e la nostra separazione è stata molto dolorosa. Dolorosa perché comunque avevamo fatto tanto insieme, debbo dire che ci ho messo del tempo per riprendermi. Grazie al cielo non abbiamo nessun tipo di conflittualità”, ha raccontato Ciavarro a Caterina Balivo nel salotto di “Vieni da me”. L’attore ha spiegato anche i motivi che li hanno portati alla separazione: “Un uomo spesso finisce per adagiarsi nelle storie, invece la donna vuole dimostrazioni di affetto, gesti continui. Cose che io non esprimevo con i fatti”.

ELEONORA GIORGI: LA RELAZIONE CON ANDREA DE CARLO

Dopo il divorzio da Massimo Ciavarro, Eleonora Giorgi ha avuto una lunga relazione con il romanziere Andrea De Carlo. “Non rinnego la mia lunga relazione con Andrea De Carlo. C’era una complicità intellettuale totale tra noi. Avrei dovuto conoscerlo a 16 anni e costruire una di quelle storie in cui un giorno sei a Ravenna, uno a Ferrara, un altro chissà dove. Prendi e parti, vai, scopri… Invece l’ho incontrato troppo tardi, dopo due divorzi, due figli”, ha detto l’attrice a Tv sorrisi e Canzoni. Nel 2003 Andrea De Carlo ha composte le musiche del film di Eleonora Giorgi “Uomini & donne, Amori & bugie”, prodotto dall’ex marito Ciavarro. “Il film è stato realizzato con pochi mezzi, credendoci molto. La vedevo come una storia tutta sua, fortemente autobiografica, e le sue scelte erano molto convinte. Quindi non le ho mai dato consigli. Tanto nessun libro o film è perfetto”, ha raccontato lo scrittore a Repubblica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA