Anthony Joshua sconfitto da Ruiz: video/ Le incredibili dichiarazioni del campione

- Davide Giancristofaro Alberti

Incredibile sconfitta di Anthony Joshua contro Ruiz a New York: il primo ko della carriera. A breve potrebbe esserci un rematch in casa

Anthony Joshua
Anthony Joshua (Yt)

Anthony Joshua si è rivelato davvero un grande signore anche dopo la sconfitta contro Anthony Ruiz Jr alla fine di un match davvero incredibile. Le telecamere di Dazn ci hanno mostrato il campionissimo prendere il microfono e sottolineare: “Posso parlare? Possiamo fare un applausi ad Anthony Ruiz il nuovo campione dei pesi massimi. Immenso rispetto per lui. Sei un grande pugile. Grazie America, grazie a tutti quelli che sono venuti qui stasera. Chiedo scusa ai miei tifosi per averli delusi. Ora vado. Grande rispetto, goditi questo momento e ci rivedremo presto”, clicca qui per il video. Nonostante la sconfitta in un match così importante contro un pugile praticamente sconosciuto Joshua ha dimostrato che anche i grandissimi campioni sanno accettare la sconfitta. Saper perdere infatti è simbolo di forza morale e interiore, la base per costruire qualcosa di importante in vista del futuro. Senza contare il rispetto che lo stesso Joshua ha voluto dare al suo avversario. Clicca qui per il video delle sue parole. (agg. di Matteo Fantozzi)

UNO SCONOSCIUTO È CAMPIONE DEI PESI MASSIMI

Da un lato Anthony Joshua, campione del mondo dei massimi per tre categorie, dall’altro Anthony Ruiz jr, semisconosciuto su cui nessuno avrebbe scommesso nulla. Eppure proprio il secondo ha avuto la meglio sull’inglese. Al Madison Square Garden è successo qualcosa di incredibile, una delle più grandi sorprese della storia del pugilato. Un gigante della fama e delle proporzioni di Anthony Joshua (1.98m per 112 chili) è stato sconfitto in maniera umiliante da un messicano panciuto e all’apparenza flaccido (1.88m per 122 chili). Sembrava tutto già scritto, invece il match ha preso subito un’altra piega. E così Ruiz è diventato il primo messicano nella storia a diventare campione del mondo di pesi massimi. Non sarà mai come Tyson e Holyfield, ma col cuore e il carattere ha scritto una storia inedita, la sua. Per Anthony Joshua un colpo duro, sul ring e pure alla sua immagine. (agg. di Silvana Palazzo)

REMATCH A BREVE?

Erano in pochi ad aspettarsi ciò che poi è realmente accaduto al Madisin Square Garden di New York, dove il semisconosciuto Andy Ruiz ha avuto la meglio contro Anthony Joshua, alla sua prima sconfitta della carriera. Un Ko che oggi risuona più che mai dopo essere stato mandato a tappeto per ben quattro volte dallo statunitense di origini messicane che su quel ring non sarebbe neppure dovuto salire. Proprio perchè Ruiz, come rivela FoxSports, è giunto con appena 3 settimane di preparazione prendendo il posto di Miller, fermato per doping. Ma dopo aver goduto a pieno di questo grande match si parla già – seppur in modo ufficioso – di un rematch in tempi molto brevi e stavolta su suolo britannico dopo la sfortunata trasferta per AJ. L’aria di casa a suo favore potrebbe portargli fortuna? Sicuramente Ruiz è diventato subito il nuovo idolo dei fan della boxe moderna e forse potrebbe rappresentare anche la valida alternativa a Anthony Joshua dopo l’inaspettato crollo. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

PRIMO KO PER L’INGLESE

Pazzesco quanto successo ieri al Medison Square Garden di New York, dove Anthony Joshua ha perso contro l’americano di origini californiane, Ruiz junior. Un esito inatteso perché ad un primo impatto, l’inglese appariva decisamente più in forma e più tonico rispetto al californiano, ma come si suol dire, a volte l’apparenza inganna, e i ganci del sorprendente Ruiz hanno mandato al tappeto il talento inglese. «Ringrazio Dio per avermi dato questa vittoria – le parole del vincitore a fine match, riportate dall’edizione online di Quotidiano.net – senza di lui non sarebbe stato possibile. E’ quello che ho sempre sognato. E’ per questo che ho lavorato duro, non riesco a crederci». Così invece Joshua, alla prima sconfitta in assoluto in carriera: «Grandi meriti ad Andy, grande rispetto. E’ un buon pugile. Ringrazio l’America e tutti quelli che sono venuti qui per questa serata. Sono dispiaciuto per i miei amici e i miei tifosi». Dopo la capitolazione di ieri, Joshua ha dovuto cedere la corona di campione del mondo di pesi massimi nelle tre diverse categoria Wba, Ibf e Wbo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ANTHONY JOSHUA VS RUIZ: VIDEO

Incredibile sconfitta di Anthony Joshua, il campionissimo inglese della boxe, contro il pugile americano di origini messicane, Anthony Ruiz junior. Incredibile perché nelle ore precedenti l’incontro nessuno avrebbe scommesso un euro su Ruiz, per il semplice fatto che Joshua arrivava al match con il titolo di campione mondiale di tre sigle di massimi, leggasi Wba, Ibf e Wbo, e per via anche del fisico dello stesso americano, non proprio “asciutto”, giusto per dire un eufemismo. E invece alla fine ha trionfato proprio il meno quotato, una capitolazione clamorosa che secondo La Gazzetta dello Sport ricorda da vicino quanto accadde a Mike Tyson contro Douglas l’11 febbraio 1990, sconfitta che di fatto segnò l’inizio della fine per Iron Mike. Di fronte ai 20.000 spettatori del prestigioso Madison Square Garden di New York, i 122 chili per 198 cm di Joshua, hanno dovuto piegarsi di fronte ai 122 chili, ma per 188 centimetri, di Ruiz. In fondo il video di quanto accaduto

BOXE, JOSHUA-RUIZ: VIDEO

L’incontro è stato a senso unico fin dalle prime battute, e al terzo round Ruiz è riuscito a mettere a tappeto il talentuoso Joshua, che fino ad ora non aveva mai perso un incontro, grazie ad un micidiale gancio destro che avrebbe potuto stendere perfino un toro. Ko sfiorato solamente grazie al gong, con Joshua che torna all’angolo, ma probabilmente spaventatissimo dopo i colpi appena subiti. Nel quarto e quinto set l’inglese sembra essersi un po’ ripreso dopo lo spavento iniziale, ma nel settimo round il californiano venuto dal Messico è tornato ad avventarsi come una furia contro il campione in carica, incapace poi di riprendersi. Ruiz, soprannominato El Destructor, aveva vinto 32 incontri anche se contro avversari non proprio blasonati: la sfida di ieri ha senza dubbio cambiato la sua storia, ma in generale, quella della box. Di seguito il video di quanto accaduto

IL VIDEO DELLA SCONFITTA DI JOSHUA CONTRO RUIZ

Le parole di Joshua



© RIPRODUZIONE RISERVATA