ANTICIPAZIONI/ N° 73 – Ottobre 2019 – L’esperienza della scoperta

- Redazione Emmeciquadro

Il lavoro scientifico è dominato dall’esperienza della scoperta: l’accorgersi di nuovi aspetti della realtà. Le discipline scientifiche possono far vivere la stessa esperienza nella scuola

logo mc2 Morabito finale da n71 in poi 1280x600

Mi piace paragonarmi ad un girovago delle montagne che, senza conoscere il sentiero, s’arrampica lentamente e faticosamente, e spesso deve tornare sulle sue tracce, perché oltre non può andare.

Poi, consapevolmente o per fortuna, trova una nuova traccia che lo porta più in là, finché quando raggiunge la cima trova con sua vergogna che c’è una bella strada maestra dalla quale avrebbe potuto salire, se soltanto avesse avuto la sorte di trovare il giusto approccio ad essa.

Nei miei lavori, naturalmente, non dico niente al lettore di tutti i miei errori, ma descrivo soltanto quella strada principale dalla quale egli ora può salire le stesse altezze senza difficoltà.

Hermann Von Helmholtz, in William I. Beveridge, L’arte della ricerca scientifica, Armando, 1981

Il lavoro scientifico è dominato dall’esperienza della scoperta. Non si tratta solo del momento conclusivo, quando si raggiunge il traguardo di una nuova legge, quando si risolve un problema: tutto la ricerca è un cammino di scoperta, è l’accorgersi di nuovi aspetti della realtà o la possibilità di guardare aspetti già noti in modo nuovo.
Analogamente, la proposta delle discipline scientifiche nella scuola può far vivere nella quotidianità un’esperienza di scoperta, in primo luogo agli insegnanti e di conseguenza agli studenti.

La Rivista Emmeciquadro nasce dall’esperienza trentennale di Docenti di diverse discipline scientifiche e dal lavoro di seminari, corsi di aggiornamento, convegni, realizzato negli ultimi vent’anni nell’ambito dell’Associazione SEED (Scienza Educazione E Didattica).

È rivolta a docenti di tutte le discipline scientifiche e si propone come strumento di lavoro in grado di fornire suggerimenti didattici e itinerari di approfondimento guidato sui temi di ricerca più attuali.

È strutturata in sezioni che prevedono, in ogni numero:

i. interventi di scienziati su temi fondamentali del dibattito scientifico;

ii. rilettura dei nodi più significativi della storia della scienza;

iii. riflessioni critiche sull’esperienza di insegnamento, anche attraverso il dialogo con i lettori;

iv. recensioni di novità editoriali, saggi significativi, articoli comparsi su periodici, reprint di testi interessanti, traduzioni;

v. informazioni relative a notizie di tipo legislativo, a dibattiti e a convegni.

Per approfondimenti sulla genesi e le motivazioni della Rivista si consulti la pagina: “Una Rivista perchè e per chi”

© Rivista Emmeciquadro

© RIPRODUZIONE RISERVATA