Antonio D’Angelo e Vincenzo D’Angelo, figli Nino D’Angelo/ Regista e giornalista

- Alessandro Nidi

Antonio e Vincenzo D’Angelo sono i figli di Nino D’Angelo, oggi ospite a “Domenica In”: chi sono e quale professione svolgono

nino dangelo domenica in 640x300
Nino D'Angelo, Domenica In

Antonio D’Angelo e Vincenzo D’Angelo, come si intuisce dal loro cognome, sono i figli di Nino D’Angelo, questo pomeriggio ospite su Rai Uno nel corso della trasmissione “Domenica In”, condotta da Mara Venier. I due ragazzi, ormai uomini, sono nati dal matrimonio tra il celebre interprete della canzone partenopea con la moglie Annamaria Gallo. Il primogenito è Antonio, venuto alla luce il 6 dicembre 1979, mentre Vincenzo ha emesso il suo primo vagito quattro anni dopo, nel 1983.

Ma cosa fanno, nella vita di tutti i giorni, i figli di Nino D’Angelo? Partiamo da Antonio, che di professione è regista e sceneggiatore. Come si evince da alcune biografie reperibili online, ha avviato la sua carriera come assistente alla regia di Abel Ferrara e nel 2002 sono stati pubblicati i primi cortometraggi da lui diretti. Poi, cinque anni più tardi, nel 2007, è uscito il suo primo lungometraggio, che gli ha permesso di ricevere una candidatura al David di Donatello nella sezione registi esordienti.

ANTONIO E VINCENZO D’ANGELO, I FIGLI DI NINO D’ANGELO: IL SECONDOGENITO È GIORNALISTA

Concludendo il discorso relativo ad Antonio D’Angelo, “Poeti” è il documentario che ha riscosso un grande successo, venendo addirittura selezionato per la 66esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Ha poi girato “Falchi”, con suo padre sul set, e anche il videoclip “Un’altra luce”, la canzone portata proprio da Nino D’Angelo e Livio Cori al Festival di Sanremo 2019.

Cosa fa, invece, Vincenzo D’Angelo, il secondogenito di Nino D’Angelo? Si tratta di un giornalista e proprio tra le pagine de “La Gazzetta dello Sport” è spuntata un’intervista in famiglia, fatta proprio da lui a suo papà Nino, grande tifoso del Napoli. Sulle colonne della “Rosea”, Nino ha parlato della sua passione per il calcio, per i colori partenopei, riportata con imparzialità e dovizia di particolari dal figlio, come richiede il mestiere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA