Antonio Giovinazzi/ “Alfa Romeo? Ci sono rimasto male, era stato il mio miglior anno”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il commento del pilota Antonio Giovinazzi dopo che il team di Formula 1 dell’Alfa Romeo ha deciso di licenziarlo: ecco le sue parole

giovinazzi 2019 lapresse 640x300
Diretta Gp virtuale Formula 1 Spagna - Antonio Giovinazzi (LaPresse)

Ci è rimasto male Antonio Giovinazzi, il pilota italiano del team di Formula 1 dell’Alfa Romeo, dopo aver appreso la notizia del licenziamento. Il suo posto sarà preso dal cinese Zhou, che come spesso e volentieri accade nel circus, arriva in scuderia con un bel carico di denari. La notizia del licenziamento non sarebbe stata data direttamente dal team a Giovinazzi, ma per vie indirette, attraverso un concessionario Alfa Romeo in Cina: “Quanto ci sono rimasto male? – sono le parole di Giovanzzi, intervistato nella giornata di ieri dai microfoni di Radio 2 – non voglio essere bugiardo, sicuramente tanto, perchè comunque sai esco fuori dalla formula 1, almeno per adesso, nel mio miglior anno, almeno come performance. Lasciamo stare i punti – ha proseguito il pilota pugliese – perchè siamo stati sfortunati, ma in termini di qualifica, o anche risultati in gara, siamo sempre stati quasi sempre davanti a Kimi Raikkonen che comunque è un campione del mondo ed è un buon riferimento quindi. Mi spiace solo per quello – ha aggiunto – però queste cose succedono, e non è la prima volta che arriva un pilota… eh si, il denaro comanda”.

ANTONIO GIOVINAZZI E IL LICENZIAMENTO DALL’ALFA ROMEO: “VERSTAPPEN E HAMILTON MI HANNO SCRITTO”

Quindi i conduttori del programma «Non è un paese per giovani», Massimo Cervelli e Tommaso Labate, hanno chiesto a Giovinazzi se qualche pilota di Formula 1 gli abbia scritto un messaggio, e lui ha risposto: “Qualche big mi ha dato una parola di conforto? Si, sia Lewis Hamilton che Max Verstappen, mi hanno scritto tutti e due un bel messaggio, e sono quei messaggi che apprezzi perchè ti seguono”.

Poi Giovinazzi ha spiegato: “Io con Max (Verstappen ndr) ci avevo già corso nel 2015 in Formula 3, lo conoscevo già molto bene e quindi sono messaggi che sicuramente apprezzi moltissimo”. Ma non sono stati gli unici a mandare un messaggio di ‘addio’ al pilota tarantino: “Anche Gasly, Ocon, Perez, oltre al benvenuto di tutti i piloti di Formula E (il campionato delle Formula 1 elettriche ndr) che incontrerò quest’anno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA