Antonio Misiani, viceministro economia/ “Se casi continuano serviranno altre misure”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il viceministro dell’economia, Antonio Misiani, non ha escluso nuove decisioni restrittive se la situazione covid non dovesse migliorare

misiani rai 2020 626x300
Antonio Misiani, vice ministro economia (Rai)

Antonio Misiani, vice ministro dell’economia, non esclude nuove misure restrittive in tempi brevi se la situazione coronavirus non dovesse migliorare: “Abbiamo assunto 6 giorni fa decisioni molto severe e impopolari – le parole dell’esponente dell’esecutivo in collegamento con il programma di Rai Uno, Oggi è un altro giorno – decisioni che hanno provocato proteste diffuse nel paese e che sono state seguite nei giorni successi anche da Francia e Germania, che hanno deciso cose simili alle nostre. La situazione è grave e preoccupante – prosegue Antonio Misiani – i numeri che evidenziavate prima come il 13%, il rapporto fra i positivi e i tamponi effettuati, era l’1.8% un mese fa, i posti in terapia intensiva crescono in maniera insostenibile, stiamo monitorando con massima attenzione questi numeri e se sarà necessario non esiteremo ad adottare misure ancora più severe”.

ANTONIO MISIANI: “LOCKDOWN A LIVELLO EUROPEO? IL NOSTRO GOVERNO LO APPOGGEREBBE”

Sulla possibilità ventilata in questi giorni di un lockdown a livello europeo, il numero due del Tesoro spiega: “Io penso che una risposta a livello europeo sarebbe la cosa migliore ma in questi mesi non è stato possibile e ciò ha aggravato la situazione, non so se sarà fattibile ma credo che dal nostro governo sia caldeggiato”. Serena Bortone chiede quindi quali saranno le tempistiche per eventuali nuove restrizioni: “Non c’è una tempistica definita per nuove decisioni, dipende dalla curva epidemiologica e dai numeri, è chiaro che se i numeri continuano a crescere così, dovranno essere assunte decisioni. L’ultimo dpcm è del 24 ottobre, normalmente servono uno/due settimane, se non ci sarà inversione di tendenza bisognerà assumere ulteriori decisioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA