Assegni di frequenza e contributi formativi INPS/ Come e chi può accedere ai bandi (30 novembre 2023)

- Danilo Aurilio

I bandi relativamente agli assegni di frequenza e ai contributi formativi INPS, sono già disponibili sul sito ufficiale dell'ente. I requisiti per accedervi sono lievemente diversi

mortalità covid pensioni Inps (Lapresse)

Sono in arrivo gli assegni di frequenza e i contributi formativi dell’INPS che verrà erogati a soggetti, misure e condizioni differenti tra loro. I bandi non possono essere cumulabili, motivo per cui occorre differenziarli scrupolosamente, attenzionando i requisiti da dover possedere.

Nello specifico, sono destinati 85 assegni di frequenza e ben 170 contributi formativi, che (come anticipato), dovranno rispettare delle condizioni specifiche. Prima di tutto, occorre distinguere (per ambi i bandi), i soggetti coinvolti.

Gli assegni di frequenza sono destinati agli orfani ed equiparati, purché iscritti alla Gestione magistrale. I contributi formativi invece, riguardano i figli oppure gli orfani ed equiparati di iscritti alla Gestione magistrale, portatori di handicap.

Assegni di frequenza e contributi formativi INPS: i requisiti

Abbiamo accennato i soggetti destinati agli assegni di frequenza e ai contributi formativi dell’INPS, che però, dovranno disporre di requisiti totalmente differenti tra loro.

Bando per gli assegni di frequenza

Il bando destinato ad erogare gli assegni di frequenza dell’ente previdenziale sociale, prevedono dei requisiti specifici:

  1. Non aver usufruito di alcun beneficio simile disposto da un altro o dallo stesso ente (come il caso del bonus asilo nido della Regione Lombardia), in misura pari o inferiore al 50% rispetto al totale disposto dal concorso in atto.
  2. Risultare fiscalmente a carico del richiedente riguardo la prestazione.
  3. Frequentare nell’anno scolastico 2022/2023, scuole di infanzia, asili nido, scuole primarie e secondarie di I grado.

Bando per i contributi formativi

Quanto al bando disposto per poter erogare i contributi formativi, ecco quali requisiti dovranno essere soddisfatti:

  1. Frequentare nell’anno scolastico 2022/2023, scuole di infanzia, asili nido, scuole primarie e secondarie di I grado, scuole speciali propedeutiche alla integrazione in un contesto socio – lavorativo e scuole di formazione con lo stesso intento.
  2. Essere fiscalmente a carico del richiedente riguardo la prestazione.
  3. Non usufruire o aver usufruito, di alcun beneficio simile disposto da un altro o dallo stesso ente, in misura pari o inferiore al 50% rispetto al totale disposto dal concorso in atto.

I bandi relativamente agli assegni di frequenza e ai contributi formativi INPS, potranno esser richiesti tramite domanda telematica all’ente, sulla pagina ufficiale in questione, purché ci si autentichi con uno dei metodi digitali predisposti ed entro il 31 dicembre 2023.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Fisco

Ultime notizie