Assegni familiari, domande e novità dal 1 luglio/ Requisiti, fondi e scadenze

- Niccolò Magnani

Assegni familiari (ANF), dal 1 luglio al 31 giugno 2021 le domande possono essere presentate: fondi, requisiti, moduli e scadenze

Famiglia
(Pixabay)

Dal 1 luglio 2020 scattano le domande per la richiesta dei nuovi assegni familiari previsti dal Governo Conte-2 per tutti i cittadini e nuclei familiari che rispondono ai requisiti ribaditi per legge: innanzitutto, i dipendenti del settore privato (non agricoli) possono iniziare a presentare le domande per ottenere riconoscimento degli assegni al nucleo familiare (Anf) già da oggi e fino al 30 giugno 2021. La richiesta va presentata all’Inps solo per via telematica con l’importo che segue una specifica tabella pubblicata sul portale Inps, aggiornata tenendo conto della variazione dell’inflazione calcolata dall’Istat per famiglie di operai e impiegati. La domanda dell’ANF vale ovviamente anche per tutte le altre categorie (agricoli, domestici, Gestione Separata, dipendenti di ditte fallite, pensionati, prestazioni previdenziali alternative) con i requisiti stabiliti sempre dall’Inps e con le integrazioni della circolare del 21 maggio 2020.

ASSEGNI FAMILIARI NELLA PA: COSA CAMBIA

Per capire i termini e l’esplicito iter sul come fare domanda di assegni familiari rimandiamo a questa pagina Inps dove vengono inseriti tutti i peculiari dettagli per le singole categorie di richiedenti (e relativi documenti che occorrono per la presentazione della domanda stessa). Come indicato dalla circolare Inps 45 del 20 marzo 2019, la domanda va presentata sul portale dell’istituto compilando il modulo Anf/Dip Sr 16 online. La mancata presentazione della domanda da parte del lavoratore fa decadere il diritto a vedersi erogato l’assegno in busta paga tramite il sostituto di imposta. Cambiano invece i termini per i soli dipendenti della Pubblica Amministrazione che potranno presentare la domanda degli assegni familiari anche in formato cartaceo: come certifica il Mef, «il dipendente, in possesso dei redditi complessivi relativi all’anno precedente e attestati dalla Certificazione Unica o dalla dichiarazione dei redditi (modello 730 o Modello Unico),  deve  presentare la richiesta dell’ANF, con decorrenza  1° luglio di ogni anno, utilizzando il modello “Richiesta assegno al nucleo familiare (Dipendente)”  che dovrebbe essere disponibile alla pagina “Modulistica” di NoiPA ma risulta al momento non caricato». Ecco qui il link utile inserito come allegato alla circolare Mef del 10 giugno scorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA