Assessore Voghera uccide 39enne/ Spari dopo lite: arrestato Massimo Adriatici (Lega)

- Carmine Massimo Balsamo

Dramma nel Pavese: arrestato Massimo Adriatici, assessore alla sicurezza di Voghera, con l’accusa di aver ucciso un cittadino straniero

assessore voghera Massimo Adriatici
Foto: Pixabay

Una lite finita in tragedia. Come riportato da numerose testate, a partire dal Corriere della Sera, ieri Massimo Adriatici, assessore di Voghera in quota Lega, ha ucciso un cittadino straniero di 39 anni. Il dramma si è consumato attorno alle ore 23 di martedì 21 luglio 2021 in piazza Meardi, tra i luoghi più conosciuti del comune pavese.

Secondo le primissime ricostruzioni del fatto, Massimo Adriatici – assessore alla sicurezza di Voghera e avvocato di professione – avrebbe estratto una pistola calibro 22 al culmine di un litigio e sparato al 39enne. Nonostante il repentino intervento dei sanitari, per il marocchino non c’è stato nulla da fare: è deceduto poco dopo l’arrivo in ospedale e i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

MASSIMO ADRIATICI, ASSESSORE VOGHERA UCCIDE 39ENNE

Originario di Voghera, Massimo Adriatici è assessore alla sicurezza da ottobre 2020 ed è un militante della Lega. A capo di uno studio di avvocatura molto noto, l’uomo è anche docente di diritto penale e procedura penale presso la Scuola allievi agenti Polizia di Stato Alessandria, nonché ex professore dell’Università del Piemonte Orientale. Attualmente  si trova agli arresti domiciliari e in queste ore sono in corso le indagini delle forze dell’ordine. L’assessore di Voghera ha riferito agli inquirenti che gli sarebbe partito un colpo di pistola cadendo, dopo essere stato spintonato dal 39enne. Il Fatto Quotidiano evidenzia che il leghista ha regolare porto d’armi e la pistola è regolarmente dichiarata. Accertamenti in corso e aggiornamenti attesi già nel corso delle prossime ore: stamattina è in programma l’autopsia sul corpo della vittima.



© RIPRODUZIONE RISERVATA