AUGURI NATALE 2019: BUONE FESTE/ Dal Papa a Madre Teresa: le frasi dei religiosi

- Davide Giancristofaro Alberti

Auguri Natale 2019, buone feste: scopriamo insieme le frasi e le citazioni dei religiosi, utili come augurio natalizio o per un post social

Natale e luci
L'attesa del Natale

Sono tante le citazioni famose sul Natale, utili sia per le frasi d’auguri di Buon Natale, quanto per un bel post sui social. Ad esempio potreste utilizzare una frase di Papa Francesco: “Il Natale è gioia, gioia religiosa, gioia di Dio, interiore, di luce, di pace”. Louisa May Alcott, invece, diceva: “Senza i regali, Natale non sarebbe Natale”, ed in effetti non sarebbe così. Stephen Littleword, spiegava: “Non importa cosa trovi sotto l’albero, ma chi trovi intorno”. Fra le numerose citazioni di Charles Dickens, uno degli scrittori più famosi di sempre, interessante questa sui bambini: “Fa bene a momenti tornar bambini, e più che mai a Natale, ch’è una festa istituita da Dio fattosi anch’egli bambino”. Madre Teresa di Calcutta invece diceva: “È Natale ogni volta che permetti a Dio di amare gli altri attraverso di te”. Infine il pensiero di Padre Pio: “Gesù Bambino sia la stella che ti guida lungo il deserto della vita presente”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

AUGURI NATALE 2019, BUONE FESTE: LE FRASI PIU’ FAMOSE

Non ce ne sono mai abbastanza di frasi per fare gli auguri di Buon Natale 2019, di conseguenza, abbiamo deciso di pubblicare in questo focus alcuni dei messaggi natalizi senza dubbio più famosi. Charlotte Carpenter (musicista inglese), ad esempio, diceva: “Ricorda se non riesci a trovare il Natale nel tuo cuore, non potrai trovarlo sicuramente sotto un albero”. Così invece la scrittrice Taylor Caldwell: “Il più autentico significato del Natale è che tutti noi non siamo mai soli”. Come dimenticarsi poi di Charles Dickens, che nella sua opera più famosa, “Canto di Natale”, scrisse (parole dell’ex cattivone Scrooge): “Onorerò il Natale nel mio cuore e cercherò di tenerlo con me tutto l’anno”. Benjamin Franklin, uno dei padri fondatori degli Stati Uniti, invece un giorno disse: “Una buona coscienza è un Natale perpetuo”. Infine il pensiero profondo del cantante canadese Norman Brooks: “Il Natale è per sempre, non soltanto per un giorno, l’amare, il condividere, il dare, non sono da mettere da parte come i campanellini, le luci e i fili d’argento in qualche scatola su uno scaffale. Il bene che fai per gli altri è bene che fai a te stesso”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

AUGURI DI NATALE 2019: COSA SCRIVERE SUI BIGLIETTINI DEI PACCHETTI

Fare gli auguri di Buon Natale non è affatto semplice, o meglio, c’è chi si accontenta di due parole, e c’è chi invece si scervella per trovare una frase originale. Per evitare di fondervi il cervello in questo periodo dell’anno decisamente frenetico, abbiamo raccolto sul web una serie di frasi che potrebbero fare al vostro caso, messaggi da scrivere sui bigliettini da allegare ai pacchetti natalizi. Molti sono quelli decisamente ironici, come “A causa della crisi economica, ho preso gli auguri di Natale all’Ikea. Montali tu quando hai tempo. Tanti auguri!”. Questo è un altro esempio divertente: “Ho chiesto a Babbo Natale di portarti una macchina lussuosa, una villa meravigliosa, uno yacht che possa contenere tutti tuoi amici, un lavoro straordinario e di realizzare tutti i tuoi sogni. C’è solo un problema: che tu creda ancora a Babbo Natale!”. Chi invece vuole essere un po’ più profondo: “La gioia del Natale ti dia la chiave per aprire ogni porta chiusa e luce per dissipare eventuali oscurità nella tua vita. Dio ti conceda Pace e Serenità!”. Infine, per degli auguri romantici: “Questo pacchetto è piccolo e certamente non può contenere il mio regalo di Natale per te che è grande, il mio amore, ma contiene una piccola luce che spero brilli per sempre con noi!”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

AUGURI DI NATALE 2019: I MIGLIORI RACCONTI NATALIZI

Ancora una settimana (e un giorno), poi potremo finalmente fare gli auguri di buon Natale anche per questo 2019. Il conto alla rovescia è scattato, la corsa ai regali si sta per concludere, fervono i preparativi, e milioni di italiani sono pronti a fare festa. La tradizione vuole che ci si scambino i regali sotto l’albero, e di conseguenza, saranno molti coloro che cercheranno delle frasi originali da scrivere su un biglietto, da allegare appunto al pacco in questione. A riguardo vogliamo consigliarvi oggi, invece delle classiche frasi d’auguri e dei messaggi da inviare via WhatsApp, alcuni racconti che potrebbero essere molto utili sia come regalo da fare, sia per prendere spunto appunto per delle frasi d’auguri. Il grande classico, quello che prima viene alla memoria quando si parla di libri natalizi, è “Canto di Natale” di Charles Dickens, un libro splendido che è stato trasposto al cinema in svariate versioni, fra cui l’ultima spettacolare con Jim Carrey e le musiche di Bocelli.

AUGURI DI NATALE 2019: LA STORIA DEL PUPAZZO DI NEVE

La storia del vecchio Scrooge è memorabile, così come un altro grande classico come il Grinch del Dr Seuss, anche in questo caso, un racconto riprodotto sul grande schermo in innumerevoli versioni. Scrivere una delle frasi storiche di questi due racconti su un biglietto d’auguri, e magari decorarlo con un’immagine inerente il tema, potrebbe essere particolarmente apprezzato. Un altro libro di questo periodo è “Il pupazzo di neve”, di Raymond Briggs, che narra la storia di un pupazzo di neve che prende vita, e di una conseguente avventura magica. Anche in questo caso dal racconto è stato preso spunto un film, “Jack Frost”, una commedia un po’ drammatica, in cui il padre defunto di un ragazzino riprende vita appunto sotto le sembianze di un pupazzo. Gianni Rodari ha invece scritto “Il pianeta degli alberi di Natale”, una storia un po’ diversa rispetta a quelle classiche natalizie, e che vi consigliamo assolutamente di leggere senza svelarvi nulla del suo contenuto. Infine segnaliamo “Il grande viaggio del piccolo Babbo Natale” di A. Stoner e H. Wilson, storia in cui il Natale diventa improvvisamente a rischio perchè i vari “Babbi” si ammalano: ma un piccolo aiutante riuscirà a salvare la festa…

© RIPRODUZIONE RISERVATA