Augusta Iannini, moglie Bruno Vespa/ I figli Federico e Alessandro, vino in suo onore

- Elisa Porcelluzzi

Augusta Iannini, ex magistrato, è la moglie di Bruno Vespa. I due sono sposati dal 1975 e hanno avuto due figli, Federico e Alessandro. Il vino e la masserie in Puglia.

Bruno Vespa in compagnia della moglie e dei figli
Bruno Vespa in compagnia della moglie e dei figli

Augusta Iannini e Bruno Vespa, insieme dal 1975

Augusta Iannini è la moglie di Bruno Vespa dal 1975. Nata a L’Aquila nel 1950, Augusta Iannini si è laureata in Giurisprudenza presso La Sapienza di Roma e ha iniziato a carriera di magistrato nel 1977. I due sono diventati genitori di Federico e Alessandro, che hanno seguito le loro orme: Federico (1979) è giornalista radiofonico e scrittore, mentre Alessandro è avvocato. Dopo tanti anni di matrimonio i coniugi Vespa sono ancora una coppia molto affiatata: “Il nostro segreto? Una vita ricca di passioni e interessi anche diversi. A me piace camminare e adoro la montagna, lui preferisce andare in barca. Bruno ama la lirica, io di più il cinema. Così non ci annoiamo mai”, ha svelato Augusta in una rara intervista.

L’ultimo regalo di Bruno Vespa alla moglie Augusta Iannini

Bruno Vespa e sua moglie Augusta Iannini hanno sempre vissuto a Roma, in piazza di Spagna, ma da qualche anno hanno comprato la masseria “Li Reni” a Manduria, in Puglia. Il giornalista di Rai 1, da anni produttore vinicolo, ha dedicato un vino bianco alla moglie: “Il vino “Donna Augusta” non è propriamente un regalo. Direi che è piuttosto un risarcimento. Augusta si è molto impegnata per la masseria. Si è trasferita in Puglia, a Manduria, per seguire i lavori. E poi, in tutti questi anni, aveva scelto i nomi dei vini, “Raccontami”, “Noi tre” dedicato a me e ai nostri figli, Alessandro e Federico, c’è persino un passito che porta il nome del nostro cane, “Zoe”. Per lei niente. Non era giusto”, ha spiegato Vespa a Il Messaggero. La signora Iannini avrebbe voluto un vino rosso, ma la serie era finita, e così ha chiesto “un vino bianco che somigli a un rosso”: “È un bianco che in effetti le somiglia, di carattere, ha una sua forza seduttiva. Un po’ come Augusta che è insieme dura e molto sensibile”, ha spiegato il marito.



© RIPRODUZIONE RISERVATA