Aurelio Fierro, causa morte e curiosità/ Ictus e male incurabile: pioniere della…

- Stella Dibenedetto

Aurelio Fierro è tra i protagonisti della nuova puntata di Techetechetè: com’è morto e curiosità sul pioniere della canzone napoletana.

aurelio fierro min 640x300
Screenshot da video You Tube

Aurelio Fierro: la causa della morte

Oggi, lunedì 8 agosto, subito dopo l’edizione delle 20 del TG1, torna l’appuntamento con Techetechetè. Nella nuova puntata saranno ricordati i nomi di grandi artisti che, con il loro talento, hanno strappato un sorriso al pubblico. “Ride bene chi ride con Techetechete! Questa sera, i maestri della risata ci faranno divertire con memorabili hit da ridere”, si legge sulla pagina Twitter di Techetechetè che annuncia alcuni dei protagonisti della puntata. Tra i tanti, per gli amanti della canzone napoletana, ci sarà modo per ricordare attraverso la sua creatività e le sue canzoni Aurelio Fierro.

Classe 1923, è stato un attore e un cantante che ha contribuito a rendere grande la musica napoletana. Il suo genio è venuto a mancare l’11 marzo 2005 dopo essere stato ricoverato dal 18 gennaio scorso nell’ospedale Cardarelli di Napoli. Da tempo lottava contro un male incurabile ed era stato colpito anche da ictus. 

Chi era Aurelio Fierro

Aurelio Fierro è uno dei grandi nomi della musica napoletana. Dedicò la sua vita alla musica diffondendo la bellezza della canzone napoletana non solo in Italia, ma anche all’estero. Il suo lavoro, infatti, lo portò in Giappone, in Canada e anche negli Stati Uniti. Ha partecipato a diversi Festival della canzone napoletana, con tre vittorie e ha partecipato anche al Festival di Sanremo, nel 1958, nel 1959, nel 1961, poi nel 1962 in duo con Gino Bramieri. Nel 1963 tornò a Sanremo con Claudio Villa. 

Un nome importante per la canzone napoletana a cui Techetechè ha deciso di dedicare parte della nuova puntata in onda questa sera nel corso della quale saranno ricordati altri grandi artisti come Enzo Jannacci e Gigi Porietti.







© RIPRODUZIONE RISERVATA