AURORA BETTI “IN ORFANOTROFIO FINO A 3 ANNI”/ “Nata da una relazione extra coniugale”

- Hedda Hopper

Aurora Betti “In orfanotrofio fino a 3 anni”, la questione dell’adozione affrontata a Seconda Vita da Gabriele Parpiglia: “Tanto dolore e un rifiuto che…”

aurora_betti_facebook_2017
Grave lutto per Aurora Betti

Aurora Betti si racconta a “Seconda Vita” di Gabriele Parpiglia. “Nasco da una relazione extra coniugale, mia madre mi ha avuta da un uomo sposato e mi abbandona” – racconta la ex concorrente di Temptation Island. “Mi chiamo Aurora come la compagna ufficiale di mio padre” – inizia così il racconto di Betti che prosegue dicendo – “vengo portata in questa struttura dove c’è Suora Elisabetta che diventa mia madre, in questo percorso non ricordo molto ma so che sono stata trattata benissimo. Sono stata 1 anno e mezzo, poi sono arrivati i miei genitori che sono pazzeschi”. Comincia così la sua “seconda vita”, ma ad un certo punto della sua vita Aurora sente il bisogno di scoprire chi sono i suoi veri genitori. “Comincio a cercarli. Vado su Facebook e digito il nome e cognome di mia madre e le scrivo ‘sei tu?’. Raggiornavo la pagina ma niente. Arriva il momento in cui mi risponde: ‘non sono io tua madre’ quindi mi ha confermato che era lei. Io le ho detto ‘sono tua figlia Aurora’ e lei mi ha detto ‘chiamami’.  Ci ho parlato e mi ha detto delle cose in modo molto calmo, tranquillo”. La Betti però parlando della madre precisa: “era una persona bugiarda, non hai mai smesso di perseguitarmi”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Aurora Betti a Seconda Vita: “tanto dolore e un rifiuto che…”

Chi conosce Aurora Betti sa bene che dietro quella corazza dura e di ragazza tutta d’un pezzo, come spesso accade, si nasconde una ragazza che ha tanto sofferto in vita sua soprattutto per via di un abbandono che lascia un segno indelebile nella vita delle persone, quello da parte dei genitori. Questa sera l’influencer sarà ospite di Seconda Vita di Gabriele Parpiglia e avrà modo di raccontare tutto quello che è successo da piccola, quando è stata abbandonata in orfanotrofio e lì è rimasta per i primi tre anni della sua vita, e non solo. Aurora Betti rivela di essere stata adottata ma anche di essere stata restituita alla struttura perché definita un’ingrata. A quel punto lei stessa continua a chiedersi come può una bambina di tre anni essere ingrata? Alla fine però la famiglia giusta è arrivata e quella stanza 105 (che lei si è tatuata sul braccio) è diventata solo un brutto e lontano ricordo.

Aurora Betti “In orfanotrofio fino a 3 anni”, la questione dell’adozione affrontata a Seconda Vita da Gabriele Parpiglia

Proprio all’interno di Temptation Island, al quale ha partecipato con l’allora fidanzato Gianmarco Valenza, Aurora Betti ha rivelato alcuni momenti toccanti e salienti della sua vita da bambina e questa sera a Gabriele Parpiglia racconterà non solo le tappe di quello che è successo ma anche che la madre adottiva, dopo Temptation Island, le ha rivelato i nomi dei suoi genitori naturali. A quel punto lei ha iniziato a cercarli ma ha ammesso anche che non è stato facile farlo e nemmeno farsi vedere da loro. Alla fine quindi sembra che questo incontro ci sia stato e alcuni dettagli inediti verranno svelati proprio questa sera nella puntata della nuova edizione dello show del giornalista calabrese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA