AVVERSARIA JUVENTUS E’ IL LIONE/ Ottavi Champions League: incrocio con Rudi Garcia

- Claudio Franceschini

Avversaria Juventus è il Lione: il sorteggio degli ottavi di Champions League consegna ai bianconeri i francesi, affrontati due volte negli ultimi cinque anni e con Rudi Garcia allenatore.

Ronaldo Dybala Demiral gol Juventus Leverkusen lapresse 2019
Diretta Globe Soccer Awards 2019 (Foto LaPresse)

L’avversaria della Juventus negli ottavi di Champions League sarà il Lione. Lo dicevamo in precedenza, una squadra già affrontata nei quarti di Europa League all’epoca di Antonio Conte e poi ancora nel girone di Champions del 2016, quando i bianconeri avevano raggiunto la seconda finale in tre anni. L’Olympique Lyonnais è stato preso da Rudi Garcia a stagione in corso (sostituendo Sylvinho dopo la nona giornata della Ligue 1), e dunque per Maurizio Sarri si tratterà anche di affrontare una vecchia conoscenza del calcio italiano, già fiero avversario della Juventus nella sua prima stagione italiana (dieci vittorie per aprire la Serie A, tuttora record); è arrivato secondo nel girone vinto dal Lipsia e rappresenta sicuramente una delle due avversarie che la Juventus sperava di trovare, detto che poi qualunque incrocio va onorato sul campo. I bianconeri giocheranno la prima partita in Francia, per poi avere il ritorno all’Allianz Stadium; resta grande favorita per il passaggio del turno ma bisognerà valutare in che modo i campioni d’Italia arriveranno a febbraio e marzo, quando si disputeranno gli ottavi di finale di Champions League. Per ora comunque le cose non sono andate male: evitate le big (Real Madrid in primis), la Juventus ha un’avversaria abbordabile per proseguire la sua corsa in Europa. (agg. di Claudio Franceschini)

AVVERSARIA JUVENTUS: COMINCIA IL SORTEGGIO!

Siamo finalmente al via del sorteggio di Champions League: la Juventus sta dunque per scoprire la sua avversaria. In precedenza non abbiamo parlato del Lione, che i bianconeri avevano incrociato nel gruppo H del 2016: girone vinto con 14 punti anche grazie ai risultati ottenuti contro i transalpini, affrontati due volte consecutive a metà del guado. Al Parc Olympique Lyonnais era stato uno splendido gol di Juan Cuadrado a far passare una Juventus allora in maglia blu, al ritorno invece il Lione aveva pareggiato a pochi minuti dal termine dopo il rigore di Gonzalo Higuain. I transalpini erano stati avversari della Juventus ai quarti, ma di Europa League: stagione 2013-2014, quella dell’eliminazione dalla Champions League per mano del Galatasaray. I bianconeri avevano vinto in Francia grazie a un gol di Leonardo Bonucci nel finale; a Torino Andrea Pirlo e Jimmy Briand si erano risposti nel primo quarto d’ora, poi l’autorete di Samuel Umtiti aveva spianato la strada ad Antonio Conte che era caduto nella semifinale contro il Benfica, mancando la possibilità di giocare la finale nel proprio stadio. Ora però bisogna dare la parola alle urne di Nyon, perchè la Juventus conoscerà la sua avversaria negli ottavi di Champions League: il sorteggio comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

COSì LA JUVENTUS NEL GIRONE D

La Juventus attende l’avversaria dal sorteggio degli ottavi di Champions League: la squadra bianconera ha concluso mercoledì scorso un girone praticamente perfetto, con tanto di primo posto e imbattibilità. Per la prima volta da quando sono tornati a giocare in Champions League, i campioni d’Italia hanno ottenuto la qualificazione con due giornate di anticipo e si sono assicurati la vittoria del gruppo D un turno prima: merito soprattutto della doppia, incredibile partita contro la Lokomotiv Mosca a metà del tragitto. Una vinta a Torino con due gol di Paulo Dybala nei minuti finali, l’altra portata a casa all’ultimo secondo grazie alla magia di Douglas Costa. Alla fine dunque la Juventus, dopo il 2-2 all’esordio contro l’Atletico Madrid, ha vinto cinque partite consecutive chiudendo con 16 punti: solo il Bayern Monaco ha fatto meglio vincendo tutte le sue sfide nel gruppo B (e il Psg ha eguagliato il punteggio bianconero nel gruppo A), i gol realizzati sono stati 12 a fronte di appena 4 subiti e il miglior marcatore è risultato essere Paulo Dybala con 3 reti, davanti alle 2 di Cristiano Ronaldo e Gonzalo Higuain. (agg. di Claudio Franceschini)

AVVERSARIA JUVENTUS OTTAVI CHAMPIONS LEAGUE

Quale sarà l’avversaria della Juventus negli ottavi di Champions League? I bianconeri si presentano al sorteggio di Nyon con il primo posto nel girone e dunque, secondo le regole che da sempre sono in vigore, potrà incrociare solo una delle seconde. Non solo: la formula prevede anche che non si possa affrontare una connazionale negli ottavi, nè la squadra contro cui si è già giocato nel girone: escludendo dunque Atalanta, Napoli e Atletico Madrid, restano cinque le possibilità da cui pescare l’avversaria. In stretto ordine alfabetico stiamo parlando di Borussia Dortmund, Chelsea, Lione, Real Madrid, Tottenham. Tutte queste squadre sono già state affrontate dai bianconeri: quattro di queste peraltro anche agli ottavi di Champions League con alterne fortune (lo vedremo poi), la novità sarebbe rappresentata dal Lione che però era stata avversaria della Juventus in una fase a gironi e, ancora prima, in Europa League. Dunque, vedremo quello che uscirà dall’urna e contro chi la squadra di Maurizio Sarri si dovrà confrontare negli ottavi di Champions League.

AVVERSARIA JUVENTUS, OTTAVI CHAMPIONS LEAGUE

Volendo stilare una classifica di “preferenza” per l’avversaria della Juventus negli ottavi di Champions League, potremmo dire che la più temibile è il Real Madrid che pure appare meno competitivo rispetto ai tre anni in cui ha dominato la competizione; seguono le due inglesi più o meno a pari merito (forse il Chelsea ha qualcosa in più, ma nel Tottenham non bisogna sottovalutare la presenza di José Mourinho e poi stiamo comunque parlando della finalista della passata edizione), infine a chiudere Borussia Dortmund e Lione. La Juventus giocherà la prima partita in trasferta e questo potrebbe essere un vantaggio, anche se i bianconeri ci hanno insegnato in epoca recente di essere in grado di fare risultato anche con la trasferta come seconda sfida; chiaramente parlando di ottavi di finale qualunque pronostico viene “mitigato” dal fatto che si gioca sulla distanza dei 180 minuti e che i dettagli (anche circa gli infortuni o lo stato di forma generale) possono fare la differenza e sancire un’eliminazione bruciante, ma tutto sommato la Juventus attende questo sorteggio e l’avversaria negli ottavi di Champions League con relativa fiducia nei propri mezzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA