Ayrton Senna/ Cristina Pensa: “Mi disse ‘Non vivrò a lungo'”, rivelazione choc prima incidente GP San Marino

- Carmine Massimo Balsamo

Ayrton Senna il ricordo a Quelli della luna: dalle vittorie alla morte nell’incidente al GP San Marino F1. La rivelazione choc dell’ex fidanzata Cristina Pensa…

Ayrton Senna
Ayrton Senna (LaPresse)

Ayrton Senna, l’ex fidanzata Cristina Pensa: “Mi disse di avere un brutto presentimento”

Ayrton Senna tra i protagonisti della nuova puntata di Quelli della luna, programma condotto da Giampiero Mughini in onda questa sera su Rete 4. Lo scorso 1 maggio 2019 si è celebrato l’Ayrton day, 25 anni senza il campione di Formula 1: il brasiliano morì in un terribile incidente nel Gran Premio di San Marino, diventando l’unico campione del mondo a morire durante una corsa di F1. Tre volte vincitore del campionato (1988, 1990, 1991), Senna è considerato come uno dei più piloti più forti della storia dell’automobilismo e vanta numerosi record ancora intatti. Nel corso degli anni la sua figura è stata celebrata a più riprese e non sono mancati i retroscena, basti pensare alle parole dell’ex compagna Cristina Pensa in una recente intervista rilasciata ai microfoni di Vieni da me: «Mi disse di avere un brutto presentimento, sentiva che non avrebbe vissuto a lungo», parole che risalgono al 1990 durante le prove del Gran Premio di Imola.

Adriane Galisteu: “Ayrton Senna aveva tre sogni…”

Ayrton Senna ha vinto 41 GP dei 162 disputati, correndo per alcuni dei team più importanti al mondo: dopo l’esordio con la Toleman il passaggio alla Lotus, passando per McLaren e infine Williams. Ma nei suoi sogni c’era la Ferrari, come confermato anche dalla fidanzata Adriane Galisteu nell’intervista a Sportsmail: «Lui aveva tre sogni: quello di finire la carriera in Ferrari, di visitare Disneyworld e, infine, di diventare padre». Un sogno che non ha mai potuto realizzare per quel terribile incidente che gli ha tolto la vita e che ha tolto uno dei campioni più forti di sempre al mondo della F1. L’ex compagna ha poi elogiato le sue qualità umane, «aveva un cuore enorme», ricordando anche il giorno del suo funerale a San Paolo: «Ho passato tutto il tempo accanto alla sua salma». E Senna continua a vivere: recentemente è stata inaugurata la prima mostraìmultimediale AYRTON MAGICO presso il Museo Internazionale dell’Autodromo di Imola Checco Costa.



© RIPRODUZIONE RISERVATA