BABY 2 È SU NETFLIX/ Le squillo dei Parioli: Ludo e Chiara regine della doppia vita

- Carmine Massimo Balsamo

Baby 2, da oggi su Netflix la serie diretta da Andrea De Sica con protagoniste Alice Pagani e Benedetta Porcaroli: sono Ludo e Chiara le regine della doppia vita

baby 2
Baby 2

L’attesa è finita e Baby 2 è approdato sulla piattaforma Netflix con la seconda stagione. Già il primo episodio sembra viaggiare sul filo dell’ambiguità e della doppia vita, ribadendo che le due regine indiscusse sono proprio Ludo e Chiara. Ma tutti avranno qualcosa da nascondere, da Damiano a Brando, e sin dall’esordio del primo episodio si comprende perfettamente che le cose non potranno che precipitare. Le due migliori amiche Chiara e Ludo compiono un salto temporale che le riporta al primo giorno di scuola, al liceo Collodi. L’estate è finita e la loro amicizia nonostante tutto resiste, anche se proprio i tanti segreti tra loro e il non detto porterà ad una inevitabile situazione di squilibrio. A proposito di segreti, Damiano se sarà custode di alcuni davvero grandi da gestire e che hanno a che fare con Fiore. Ma non sono solo i problemi dei più giovani a fare di Baby 2 una serie appassionate. La Ferrari, nei panni della mamma di Ludo, la ritroviamo mentre è alla ricerca di un uomo per salvare la sua attività… (Aggiornamento di Emanuela Longo)

SERIE SULLE SQUILLO DEI PARIOLI “CON UN LATO OSCURO”

Da oggi, venerdì 18 ottobre 2019, disponibile su Netflix la serie Baby 2: il tv show sulle baby squillo dei Parioli diretto da Andrea De Sica e Letizia Lamartire torna protagonista sulla piattaforma streaming e c’è grande curiosità per il prosieguo delle vicende che vedono protagoniste Chiara e Ludovica, rispettivamente interpretate da Benedetta Porcaroli e da Alice Pagani. Scritta dai Grams (Antonio Le Fosse, Re Salvador, Eleonora Trucchi, Marco Raspanti e Giacomo Mazzariol), la seconda stagione di Baby vedrà «le ragazze non più solo come innocenti vergini sacrificali: Ludo e Chiara fanno le loro scelte consapevolmente. Baby ha un suo lato oscuro: racconta una rabbia che trova nella prostituzione uno sfogo sbagliato ma quasi sano», spiega il regista De Sica a Il Messaggero, con lo sfogo che viene consumato «negli alberghi di Roma. È qui che le ragazze cominciano a prostituirsi, con tutto il dramma che ne consegue e le ricadute sulle loro relazioni. Ma Baby non è solo una serie sulla prostituzione. È, più in generale, una serie sulla vita segreta degli adolescenti».

BABY 2, TRAMA E CAST

Se la prima stagione si focalizzava sulla voglia di fuga delle protagoniste, Baby 2 si concentrerà sulle conseguenze delle scelte compiute da Chiara e Ludovica, distanti dalle linee guide della famiglia e della società. Divise tra la vita da studentesse e la movida notturna, le due giovani si sposteranno dalle aule del liceo alle camere degli hotel: la storia assumerà un contorno drammatico, senza dimenticare l’approfondimento psicologico dei ragazzi e dei nuclei familiari coinvolti nella trama. Un racconto tratto da una storia vera ma pressoché universale: è una storia sulle dinamiche dell’adolescenza, con il sesso che rappresenta un fulcro della narrazione. Chi farà parte del cast di Baby? Oltre alle già citate Pagani e Porcaroli, troviamo Riccardo Mandolini, Brando Pacitto, Isabella Ferrari, Claudia Pandolfi, Chabeli Sastre Gonzalez, Lorenzo Zurzolo, Giuseppe Maggio, Tommaso Ragno e Galatea Renzi. Tra le new entry Max Tortora, Thomas Trabacchi, Denise Capezza, Sergio Ruggeri, Filippo Marsili.

BABY 2, ANDREA DE SICA: “SERIE CON GRANDE CONTEGNO”

«La nostra non è una serie spinta, ha un grande contegno, non c’è enfatizzazione del sesso, ma scava sul drammatico umano di questi personaggi», ha spiegato il regista Andrea De Sica, che ha poi sottolineato: «Noi non raccontiamo la Roma del Colosseo e della malavita, ma ci spostiamo in una dimensione più ambigua. Non parliamo dei pariolini “stronzi” ma di ragazzi con cui empatizzi sia che vivi a Roma, a Parigi o a San Francisco», riporta Il Secolo XIX. Una battuta sulla pesante eredità a cui deve far fronte: «A questo punto credo sia chiaro a tutti che non sono né Vittorio né Christian. Con Baby ho trovato la mia strada, che continuerò nel prossimo film». Dopo l’esordio al Torino Film Festival con l’oscuro dramma I figli della notte, il cineasta capitolino è pronto a vivere una nuova avventura dietro la macchina da presa: come svelato dai colleghi di Variety, De Sica dirigerà un film horror basato sul romanzo gothic dark Non Mi Uccidere, scritto da Chiara Palazzolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA