Baby K, nuovo album Donna sulla Luna/ “Su di me pregiudizi, basta dare etichette!”

- Lucia Filardi

Baby K ha pubblicato il suo nuovo album ”Donna sulla Luna”. Al suo interno ci sono diverse collaborazioni, dai Boomdabash a Chiara Ferragni fino a Gigi D’Alessio.

baby k
Baby K nella copertina di Donna sulla Luna

Baby K ha appena pubblicato il suo album ”Donna sulla Luna”, distribuito dalla Columbia Records/Sony Music Italy e prodotto da This is it (società della stessa Baby K). All’interno sono contenute quattordici tracce, tra cui i già premiati successi ”Non Mi Basta Più” (tre platini) e ”Playa” (due platini). Nonché ”Buenos Aires”, il singolo uscito a maggio ”Pa Ti”, featuring Omar Montes che conta già più di tre milioni di views su YouTube, e ”Mohicani”, pubblicato venerdì 11 giugno con i Boomdabash. Ma non solo, la cantante ha avuto l’opportunità di ospitare nel proprio disco altri colleghi, ci sono infatti: Gigi D’Alessio, Chiara Ferragni, Tedua, Samurai Jay, Boro Boro, Giaime, Enzo Dong e Lele Blade.

Il progetto Donna sulla Luna rappresenta Claudia (vero nome di Baby K) al 100%: ”Nasco come una ragazza semplice. Non ho mai avuto grandi ambizioni. E’ importante partire, lavorare e macinare, fidandosi del viaggio che è capace di cambiarti”. Durante la conferenza di presentazione dell’album, l’artista, diventata anni fa la massima esponente del rap femminile, ha precisato quanto ci tiene che si sappia che lei è l’autrice delle sue canzoni: ”In pochi lo sanno e credo siano in molti ad avere dei preconcetti su di me. Negli anni ho dimostrato che, oltre al rap, ho saputo scrivere altro facendo ogni cosa passo dopo passo. E’ bello vedere che questa evoluzione artistica e creativa funziona! L’esperienza ti fa diventare più capace. E’ molto importante!”.

Baby K: “Più donna adesso che le scelte sono mie”

Ascoltando il nuovo album di Baby K si avverte una consapevolezza arrivata dopo anni di continua crescita: ”Mi rendo conto di essere maturata un po’ tardi. Mi sono sentita un pesce fuor d’acqua per anni, avendo sofferto molto a causa della mia sensibilità. Ora sono molto più serena soprattutto da quando mi sono state date le redini in mano. Il fatto di decidere mi ha responsabilizzato. Le scelte sono mie”. Di questo, e di altro, la cantante ha parlato anche in una intervista per All Music Italia, durante la quale ha rivelato di non avere mai fissato obiettivi unici, nemmeno per questo progetto. Per Baby K infatti l’importante è il viaggio e non la destinazione: ”Spero di arrivare al massimo della mia potenzialità, per me è arrivare ai palchi più grossi, ma chissà quale sarà la destinazione finale”.

Non è mancata la domanda sulle collaborazioni che ci sono in ”Donna sulla Luna”, diverse e variegate, da Gigi D’Alessio a Tedua, dalla Ferragni a Boro Boro: ”Convivono da paura – ha detto Baby K – Fa capire che il mio stile non è così facile da inscatolare. Non c’è bisogno necessariamente di darci delle etichette. La musica è libera”. Il titolo del nuovo album riporta alla mente quello dell’Ep che le ha fatto vedere i primi risultati in fatto di download (Femmina Alfa, uscito nel 2011), ed infatti Claudia ha spiegato che vi sono molte similitudini essendo in costante evoluzione: ”Adesso mi sento più donna, forse meno agguerrita, ma non meno presente o meno in prima fila”.

Mohicani: il nuovo singolo di Baby K

Con l’uscita del singolo in collaborazione con i Boomdabash, ”Mohicani”, Baby K si candida nuovamente ad essere tra la musica più ascoltata dell’estate. In merito all’incontro artistico con il gruppo pugliese aveva detto che era una ”collaborazione destinata ad arrivare” per le loro similitudini nei ritmi caraibici e per la passione per la dancehall. Durante la chiacchierata con All Music Italia, la cantante si è soffermata però sul concetto di tormentone affermando: ”E’ divertente quanto vecchio, la musica è molto di più. Quando si dice ‘Si punta al tormentone‘  non è vero per tutti. Io punto a fare qualcosa di fresco, di colorato, che possa regalare a chi ascolta questi brani in estate qualcosa da fissare nella mente, momenti da ricordare”.

Allo stesso tempo Baby K sente di aver aperto le danze ad un’omologazione da cui bisognerebbe uscire, perché un certo tipo di musica non viene pensata solo per l’estate, ci sono generi che possono vivere tranquillamente tutto l’anno. ”Mi sono buttata su un genere che faceva parte di un mio percorso personale. Mi sento di essere stata coraggiosa, il precursore di tendenze che esplodono e confermano che la mia visione e la mia intuizione è stata giusta. Tuttora sono convinta che non si percepisce quanto di mio c’è nelle scelte. C’è un gap tra capacità e immagine! O sei rapper o sei pop! Dobbiamo uscire da questi clichè”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA